Gianfranco Rotondi
Dall'Italia

Rotondi: “Open? Renzi per molti è un personaggio scomodo.”

Rotondi (FI): “Il problema non è la magistratura che indaga su Open da tempo e fa il suo lavoro, ma chiunque prende atti di un’indagine e gli dà un valore superiore a quelli che realmente hanno. Come dal ’92 in poi non si va in cerca dell’assassino, ma si va in cerca del delitto. In Italia prima che ci sia un delitto cerchiamo l’assassino. Il finanziamento pubblico era meglio, perché quello privato porta dei condizionamenti che non sempre sfociano in attività delittuose, ma sono comunque condizionamenti. Io sono stato tesoriere del Cdu, tempo fa c’erano regole più semplici e maggiore controllo sui tesorieri. Qualsiasi cifra spendessi sopra i mille Euro dovevo avere un via libera dalla direzione. Serve una diffusione di cultura politica. Grillo ha fatto la rivoluzione antipolitica, può darsi che la controrivoluzione la farà lui perché è molto più intelligente di quello che l’hanno seguito” [CONTINUA]

Senza categoria

Aumentano i lettori in Italia

Sono 1.564 gli editori attivi censiti nel 2018: il 51,1% ha pubblicato un numero massimo di 10 titoli all’anno (“piccoli editori”), il 33,8% fra le 11 e le 50 opere (“medi editori”) e soltanto il 15,2% ha pubblicato più di 50 opere annue (“grandi editori”). I grandi editori coprono quasi l’80% della produzione in termini di titoli (79,4%) e il 90% della tiratura. [CONTINUA]