Il Papa: “Il bene comune non può essere dissociato dal bene di ogni individuo”



L’umanità si trova ad affrontare sfide inedite per l’inarrestabile avanzamento tecnologico da cui sarà possibile trarre beneficio nella “misura in cui le nuove possibilità a disposizione saranno usate in maniera etica”. Con questa premessa, tratta dalla sua Enciclica Laudato Si’, Papa Francesco si rivolge ai partecipanti al seminario “Il bene comune nell’era digitale”, ricevuti questa mattina in udienza.

“ Un mondo migliore è possibile grazie al progresso tecnologico se questo è accompagnato da un’etica fondata su una visione del bene comune, un’etica di libertà, responsabilità e fraternità, capace di favorire il pieno sviluppo delle persone in relazione con gli altri e con il creato – Papa Francesco ”

Dal 26 settembre e fino a domanica esperti nell’ambito della tecnologia più avanzata, filosofi e teologi, si stanno confrontando, nell’ambito del seminario organizzato dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e dal Pontificio Consiglio della Cultura, proprio per dibattere sulle implicazioni sociali, etiche e politiche dovute agli straordinari sviluppi nel settore delle tecnologie digitali, con particolare riferimento all’applicazione dell’intelligenza artificiale.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 23880 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.