Fassina: “Minibot: c’è stata una strumentalizzazione inaccettabile sui minibot”

Stefano Fassina



Stefano Fassina, deputato di Leu, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta” condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Sul caso minibot

“Il minibot è un titolo di Stato definito mini perché, a differenza del valore ordinario dei buoni ordinari del tesoro, è di taglio più piccolo –ha affermato Fassina-. Attenzione alle strumentalizzazioni però. La mozione in Parlamento era finalizzata a pagare i debiti della PA. Non è una moneta parallela, è un titolo di Stato che su base volontaria può essere utilizzato come base di pagamento di un debito che è già stato fatto. Dichiarazioni Visco? Mi dispiace aver letto commenti poco informati sul fatto che si faccia nuovo debito.

E’ un debito che è già stato fatto. Il debito commerciale esiste già e prima o poi la PA lo deve pagare, solo che viene scaricato sulle imprese, con i minibot invece il debito che è dello Stato viene riconosciuto allo Stato. C’è stata una strumentalizzazione inaccettabile sul fatto che i minibot siano la premessa per uscire dall’Euro. E’ una tesi sbagliata che fa il gioco della Lega.

E poi c’è una parte dell’opposizione che è tornata a fare il tifo per lo spread, perché quello che non sono riusciti a fare a livello elettorale, cioè far cadere il governo, vogliono farlo attraverso i mercati. Chi dice certe cose o è inconsapevole o in malafede. C’è timore e subalternità culturale da parte della sinistra che rimane prigioniera di un pensiero unico neoliberista che la porta a contrastare qualunque ipotesi, anche sensata, di apertura di qualche breccia rispetto ad un quadro asfissiante”.

Sulla lettera del governo in risposta alla Commissione UE

“E’ stata fatta una brutta figura. Il governo continua a perdere credibilità. Credo sia l’unico caso al mondo di un comportamento di questo tipo. La presunta lettera ‘falsa’ aveva contenuti più veritieri rispetto alla versione edulcorata. Evidentemente i 5 Stelle hanno bloccato una scrittura più esplicita. Questa gaffe riflette un bivio politico che esiste e che ora può essere aggirato nella lettera, ma prima o poi dovrà essere affrontato concretamente”.

Fonte Radio Cusano Campus

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.