Secche di Tor Paterno, peschereccio di Fiumicino bloccato dalla Guardia Costiera

Immagine di repertorio



Ieri pomeriggio, un equipaggio della Squadra Nautica di Fiumicino, facente parte dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, diretto da Massimo Improta, in servizio per la prevenzione ed il contrasto degli illeciti in ambito marittimo, transitando nell’area protetta denominata “Secche di Tor Paterno” a 4,5 miglia dalla costa, ha abbordato un peschereccio intento ad esercitare la pesca “a strascico”, in violazione della vigente normativa in materia di pesca marittima e disciplina delle aree marine protette.

Abbordaggio effettuato dalla Guardia Costiera di Fiumicino

L’abbordaggio è stato effettuato in collaborazione con una unità navale della Guardia Costiera di Roma – Fiumicino.

Al rientro delle imbarcazioni, i componenti dell’equipaggio della motopesca hanno dato in escandescenze tanto che, sul posto, in ausilio agli agenti, sono intervenuti 3 equipaggi del Commissariato di Fiumicino.

Al termine dell’operazione al comandante e all’armatore della motopesca veniva contestata una sanzione amministrativa di 4 mila euro nonché la sanzione accessoria del sequestro amministrativo della rete utilizzata e la detrazione di 6 punti dalla licenza di pesca.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.