Ostia, CasaPound occupa simbolicamente ex Gil: “Deve tornare una scuola”



Una trenitina di militanti di CasaPound Italia ha occupato questa mattina l’ex Gil di Ostia. Scavalcati i cancelli della struttura abbandonata, hanno esposto striscioni e bandiere. «Qui c’era una scuola – spiega Luca Marsella, responsabile di Cpi sul litorale romano – ed una scuola deve tornare. Siamo fermamente contrari alle intenzioni dei commissari del X Municipio e del M5S del Comune di Roma che hanno stanziato 13 milioni di euro per spostare qui la caserma dei vigili urbani. Resteremo qui tutto il giorno – continua Marsella – per denunciare quello che sta accadendo: ad Ostia, e soprattutto nel quadrante dell’ex Gil c’è bisogno di scuole e cambi di destinazione d’uso non sono accettabili. Anche per questo ci batteremo per chiedere le elezioni nel X municipio e stiamo organizzando un corteo per il 24 settembre».
«Non ci sarà nessun risparmio di soldi pubblici – aggiunge Carlotta Chiaraluce, portavoce di CasaPound nel X Municipio – ma una spesa cospicua per le tasche dei cittadini con cui si poteva intervenire su strade, trasporti, riqualificazioni e ristrutturare l’edificio che è già predisposto per essere una scuola e quello sì, sarebbe stato un risparmio. I grillini non si nascondano dietro alla burocrazia di soldi vincolati o altre giustificazioni e dimostrino di essere diversi da quelli che hanno lasciato a marcire una struttura che è un vero gioiello di Ostia, perché fino ad oggi – ha concluso Chiaraluce – non c’è nessuna differenza con le fallimentari amministrazioni passate».
Fine della conversazione in chat

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar
Informazioni su Emanuele Bompadre 12588 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.