Teen Star Academy dall’8 Giugno al Cinema

Antefatto: il caso non esiste.
Pomeriggio piovoso di fine maggio: l’acqua battente si fa sentire come pure il vento che scuote le imposte. Alla televisione trasmettono il film ”Il Cacciatore” (1978) che ha rappresentato un momento importante della mia adolescenza, un decennio a me caro, allo stesso modo tutti gli interpreti di quel film. Rivedo così  la  celeberrima scena  dei tre amici americani prigionieri dei vietcong: De Niro e Walken riescono a fuggire e trascinano con loro un sofferente  Savage, strappandolo alla prigione sott’acqua piena di topi. Interpretazioni sublimi e premio Oscar come miglior film.
Prologo
Una segnale acustico mi avvisa dell’arrivo- nella casella di posta- di una nuova e-mail che m’invita alla première di un film al Cinema Barberini. Il metrò direzione Battistini è pieno di gente inviperita per le corse deviate degli autobus a causa dell’arrivo a Roma di Donald Trumph il neo Presidente degli Stati Uniti d’America. Una signora con la voce sgradevole sbotta in faccia ad un turista con un enorme valigione, sudato con un cappello di paglia in testa.”E levate famme passà… che devo scendere…scusa… eh ”.Il tizio come se avesse capito risponde a tono “Don’t excuse you.”.Sfiorato l’incidente diplomatico in una capitale blindata fin dai giorni precedenti! Così dopo aver attraversato il vagone del metrò- che pare davvero una giungla asiatica, con un bestiario pericoloso, fronde e agguati, nonché un notevole tasso di umidità- sguscio fuori e arrivo di fronte al cinema.La soireé di quelle d’annata: al piano superiore delle sale ci sono i fotografi pronti a immortalare le star dell’evento che giungono alla spicciolata. Ed ecco lui …elegantissimo, accompagnato da modelle e attrici del cast, sorridente e ammiccante, sempre giovane, lui…John Savage…abbagliato dalle luci dei flash dei fotografi: qualche parola in italiano e si spande nella sala, come direbbe qualcuno, un profumo di dolce vita che avvolge tutti i presenti. ”Oggi è stato gentilissimo con tutti, durante l’evento di presentazione, questa mattina: tipico comportamento delle persone di grande professionalità e talento”. Via Veneto “rivive” a cento passi da lì.
Buio in sala
Appena comincia la proiezione, vedo con la coda dell’occhio che John batte il tempo, felice di vedere la sua creatura, come se fosse la prima volta. Il film ha un suo carattere specifico: appartiene al genere Family. Da un vicino di poltrona arriva una “velina”. “Dove è ambientato il film ?” chiede lei. “A Montecarlo” risponde lui. La vicenda tratta di una scuola per futuri cantanti e modelli, tutti giovanissimi pressappoco adolescenti. John Savage interpreta il ruolo di Burt, il direttore della scuola e al suo fianco- nel team degli insegnanti- ci sono Blanca Blanco (Julia) Dr Felix (Dr Felix) Brenda (Youma Diakite) Patty (Adriana Volpe) Nathan (Bret Roberts).La naturalezza dei giovani interpreti fa da contrappunto al tempo vertiginoso del film che si svolge in riquadri situazionali intervallati da interventi musicali degli allievi cantanti dotati di una voce davvero bella e intensa. La scena della “baby gang”vestita di nero-che vuole sfidare a singolar tenzone il ragazzo “acqua e sapone” per accaparrarsi l’amore della fanciulla -è molto spiritosa: chi arriva primo, nuotando, vince. Echi di bulli e pupe alla “Grease”, perché no… L’uso del rallenty durante le esibizioni dei ragazzi è una costante delle tecniche di riprese che ricordano molto il genere video clip musicale. Gioia, scherzi e gag: un film ottimamente interpretato, godibile e per tutti.
La produzione
Teen Star Academy fa parte di un progetto di distribuzione capitanato dal produttore Enrico Pinocci che spazia dal theatrical, tv, all’home video, alle produzioni cinematografiche,con ben 700 film sul mercato: produzioni che possono contare sulla presenza di attori come John Savage, Bret Roberts, Blanca Blanco, Birt Young e molti altri.

Epilogo
Finisce il film e scambio qualche battuta con un producer che vorrebbe un cinema italiano più internazionale e meno provinciale. ”Non ci si deve fossilizzare su un  solo genere…” afferma deciso. Siamo d’accordo, non fossilizziamoci su niente. All’uscita ancora John Savage sorridente che s’invola verso la serata romana appena iniziata. Arrivederci John sei un vero artista che non deve- e non vuole- dimostrare niente. Le nostre strade si sono incontrate, con fierezza e gioia per il futuro. Arrivederci John.
Alla fine della serata, prendo l’ultimo metrò…Donald Trumph & Co.permettendo.
Titoli di coda
Teen Star Academy
Regia Cristian Scardigno
Con John Savage
Blanca Blanco
Bret Roberts/Dr Felix/Youma Diakite/Adriana Volpe
Prodotto da Enrico Pinocci Movie On Pictures
Distribuito da Fourlab

loading...
Maria Chiara D'Apote
Informazioni su Maria Chiara D'Apote 202 Articoli
Laureata in Lettere presso il Dipartimento di "Italianistica e Spettacolo "della Università "La Sapienza di Roma". Si occupa da anni di Teatro,Cinema,Poesia,Pittura. Dal 1986 fa insegnamento Primario e Didattica dello Spettacolo per bambini, in una visione olistica,sistemica, dell' Essere Umano. Ha pubblicato articoli sul quotidiano socialista Avanti! (avantioline). Dal Gennaio 2016 scrive sul giornale  Il Tabloid, pubblicando articoli nella rubrica Cinema e Spettacolo.