Commercio: vendite in calo

L’aumento delle vendite al dettaglio nel mese di aprile è un dato illusorio perché alterato dall’effetto Pasqua. Lo afferma il Codacons, commentando i numeri dell’Istat sul commercio ad aprile.
“La crescita delle vendite del +1,2% su base annua non è certo dovuto ad un incremento dei consumi da parte della famiglie, ma è unicamente attribuibile agli effetti della Pasqua, festività che nel 2017 è caduta ad aprile – spiega il presidente Carlo Rienzi – Le vendite appaiono quindi in sensibile rialzo solo per effetto degli acquisti legali alla festa, e non a caso a trainare i dati di aprile sono proprio gli alimentari, cresciuti del +4,1% in valore e +1,9% in volume su base annua”.
“Ciò che preoccupa maggiormente degli ultimi dati Istat è l’accentuarsi della crisi dei piccoli negozi, che hanno registrato una riduzione delle vendite del -1,7% su anno – prosegue Rienzi – Di questo passo gli esercizi commerciali di piccole dimensioni sono destinati a scomparire dalle nostre città, schiacciati dalla crisi e dallo strapotere delle multinazionali straniere”.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.