Pomezia, CasaPound: “Recuperiamo gli ecomostri!”: secondo blitz notturno al teatro abbandonato

“A distanza di ben dieci mesi dalla nostra precedente denuncia riguardante il teatro-scheletro abbandonato di Via Virgilio non sono state né ricevute risposte né tantomeno soluzioni dalla casa comunale pometina per la risoluzione di questo ennesimo caso di malagestione dei fondi pubblici, destinati a creare spazi sociali e luoghi d’interesse che però non sono mai stati realizzati”. Inizia così la nota di Andrea Cincotta referente di CasaPound Italia su Pomezia.
“Ancora una volta ci troviamo di fronte alla situazione dell’impianto teatrale di Via Virgilio, una struttura mai conclusa che doveva essere adibita a luogo di svago e di cultura a disposizione dell’intera città e non solo. Un progetto partito più di dieci anni fa dall’architetto Marco Petreschi, ma mai portato a termine a causa degli elevati costi dovuti sia dalla conclusione dei lavori che dal mantenimento della struttura una volta finita. Ricordiamo che successivamente all’insediamento del Movimento 5 Stelle in Comune, l’area viene messa in vendita, assieme ad altri beni presenti nell’intero Comune di Pomezia, per il valore di 7.735.72,95€”.
“La vendita di questo teatro – spiega Cincotta – risulta ancora ad oggi impossibile, dato lo scarso interesse da parte di eventuali acquirenti nel costruire un teatro a Pomezia e l’alto costo di ristrutturazione, a meno che, non si cambi la destinazione d’uso come ad esempio la creazione di alloggi popolari per le famiglie Italiane in grave emergenza abitativa e/o la creazione di veri e propri centri di maternità e d’infanzia che, come sappiamo, risultano essere scadenti nel nostro territorio. Battaglie che nel corso delle nostre attività politiche abbiamo sempre sostenuto ed appoggiato”.
“Pertanto – conclude Cincotta – continuiamo a denunciare questa problematica che attanaglia la nostra città da molti anni e pretendiamo un’immediata risoluzione del caso da parte della giunta a 5 Stelle, visto e considerato che continuiamo a non ricevere alcun chiarimento in merito alla vicenda”.

I video del giorno