10 dicembre 2016

Le nuove BMW R nineT Racer e R nineT Pure

R nineT Racer e R nineT Pure: Roadster-feeling purista e dinamica sportiva ispirati ai concetti classici
Per molti appassionati di motociclismo “meno è meglio”. Per questo motivo optano a favore del “motociclismo puro” e, conseguentemente, a favore delle motociclette che riflettono questo approccio purista in modo autentico e credibile.

Introducendo la R nineT BMW Motorrad ha considerato questo trend già nel 2013 e da allora ha riscosso applausi e successi continui. Un ottimo motivo per la squadra BMW per lanciare nel 2015 la R nineT Scrambler e presentare un’altra emozionante variante dell’ingegneria motociclistica classica: nuovamente la risposta è stata entusiasta.

Motivata dal feedback positivo, BMW Motorrad lancia adesso con la R nine T Racer e R nineT Pure due moto che completano il mondo heritage di BMW Motorrad in due nuove e affascinanti varianti: il modello Roadster ridotto all’essenziale e la classica motocicletta sportiva con carenatura parziale. In entrambi i casi si tratta di concetti che fecero carriera alla fine degli anni Sessanta e negli anni Settanta e che ancora oggi destano bellissimi ricordi in numerosi fan del motociclismo.

In entrambi i nuovi modelli heritage di BMW è stato montato il potente motore Boxer con raffreddamento aria/olio dalla cilindrata di 1 170 cm3 e la potenza di 81 kW (110 CV), abbinato al cambio a sei rapporti. Entrambe le motociclette sono state configurate per soddisfare le norme della classe antinquinamento Euro 4. Il design classico si ritrova anche nell’impianto di scarico in acciaio inossidabile con terminale di scarico montato a sinistra.

Telaio dall’architettura modulare con spazio per il customizing individuale

A livello di ciclistica la R nineT Racer e R nineT Pure su affidano al telaio modulare a doppia trave, noto già dalla R nineT Scrambler, composto dai tre elementi telaio anteriore, telaio posteriore e telaietto del passeggero smontabile. Quest’ultimo crea degli spazi per modificare l’immagine e il carattere dei due modelli Boxer secondo le preferenze personali, per esempio selezionando una delle selle offerte nell’ambito del programma Accessori originali BMW Motorrad. La sospensione della ruota anteriore è stata affidata alla classica forcella telescopica, mentre la sospensione posteriore è un BMW Paralever che funziona in combinazione con un ammortizzatore centrale. Le ruote fucinate in lega a cinque raggi dalle misure anteriore 3,5 x 17” e posteriore 5,5 x 17” montano davanti uno pneumatico 120/70 ZR 17 e dietro 180/55 ZR 17. A una decelerazione sicura provvedono anteriormente le pinze freno a quattro pistoni con dischi freno a pinza flottante dal diametro di 320 millimetri e l’ABS. Per evitare lo slittamento della ruota posteriore quando il fondo stradale è scivoloso, viene offerto l’optional ASC (Automatic Stability Control). Chi desidera accentuare ulteriormente l’immagine classica può ordinare l’optional ruote a raggi.

R nineT Pure: Roadster purista per un dinamico piacere di guida nello stile classico sulle strade extraurbane
La R nineT Pure simbolizza il classico modello Roadster nella sua forma più pura: uno stile autentico, senza ghirigori, ridotto all’essenziale. Il design è composto da un mix di stilemi classici e moderni dell’ingegneria motociclistica, completato da dettagli pregiati, come le pedane e la piastra di sterzo in alluminio fucinato e anodizzato al naturale.

Il serbatoio e il parafango della ruota anteriore della BMW R nineT Pure sono verniciati nel colore catalanograu pastello. In combinazione con il nero, previsto per la ciclistica e la catena cinematica, questa vernice accentua il carattere purista della R nineT Pure come modello Roadster che regala il piacere di una guida dinamica sulle strade extraurbane in sella a un modello classico.

R nineT Racer: classico feeling da motocicletta sportiva degli anni Settanta
La R nineT Racer desta invece intenzionalmente delle reminiscenze delle classiche motociclette sportive dei primi anni Settanta. Una silhouette raccolta, bassa e slanciata: con la semi-carenatura ridotta, la sella con codino, i semimanubri e le pedane arretrate, essa offre un’impressione di ambiziosa sportività di vecchio stile, combinandola con la tecnica moderna.

La verniciatura in lightwhite pastello, abbinata a elementi decorativi che ricordano i colori BMW Motorsport di una volta, dona alla R nineT Racer un look particolarmente leggero e sportivo. Il telaio verniciato in alluminio argento ne mette in mostra l’architettura, giocando con il contrasto con la catena cinematica, laccata in nero, sottolineando contemporaneamente il carattere della R nineT Racer di moto sportiva di vecchio stile, destinata al divertimento che offre la guida dinamica sulle strade particolarmente tortuose.

Highlight della BMW R nineT Racer e della R nineT Pure:
• Potente motore boxer dalla cilindrata di 1 170 cm3 e la potenza di 81 kW (110 CV) che soddisfa le norme Euro 4.
• Telaio dalla costruzione modulare che lascia spazio al customizing, la personalizzazione secondo le preferenze individuali.
• Ruote fucinate in lega a cinque raggi, anteriore 3,5 x 17″ e posteriore 5,5 x 17″, (optional: ruote a raggi).
• Anteriormente freno a doppio disco da 320 millimetri.
• ABS di serie.
• ASC (Automatic Stability control) offerto come optional.
• Impianto di scarico in acciaio inossidabile del tipo 2-in-1 (lucidato nella Racer, spazzolato nella Pure).
• Numerosi dettagli pregiati, come la piastra di sterzo e le pedane in alluminio fucinato, anodizzato al naturale.
• R nineT Pure in catalanograu pastello come modello Roadster classico e purista.
• R nineT Racer con semi-carenatura, sella con codino e pedane arretrate, nello stile di una motocicletta sportiva degli anni Settanta.
• R nineT Racer in lightwhite pastello in combinazione con decorazioni colorate come reminiscenza dei colori BMW Motorsport di una volta e telaio verniciato in alluminio argento.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5993 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.