11 dicembre 2016

Il Frascati Scherma premiato per lo scudetto, la sciabola non riesce a vincere la Coppa Italia

Con la Festa della Scherma tenutasi nello scorso fine settimana presso la Sala delle Armi del Foro Italico di Roma si è ufficialmente conclusa la stagione 2015-16. Un’annata ricchissima di soddisfazioni per il Frascati Scherma che ha conquistato sia una medaglia d’oro individuale olimpica (la prima della storia) grazie a Daniele Garozzo, sia un titolo italiano per società che mancava da dodici anni. La Festa della Scherma è stata l’occasione per la consegna, da parte dei vertici federali, del Gran Premio Italia, l’equivalente dello “scudetto” calcistico (nella foto di Augusto Bizzi il presidente Paolo Molinari e il consigliere Massimo Tocci ritirano il premio) e anche per la disputa delle tre finali che hanno completato il quadro della Coppa Italia per società 2016. In una di queste ha gareggiato la squadra maschile della sciabola frascatana: Giovanni Palumbo, Edoardo Ramunno, Emanuele Germoni ed Emanuele Marronaro hanno combattuto, ma alla fine a spuntarla sono stati i friulani della Gemina Scherma per 45-42. «La vittoria del Gran Premio Italia è un grande orgoglio per il nostro club – ha sottolineato ancora una volta il presidente Molinari – Voglio sottolineare che Frascati ha vinto sia nella classifica degli Assoluti che in quella degli Under 23 e degli Under 20, piazzandosi al secondo posto in quella degli Under 14. Praticamente siamo rimasti fuori dal podio delle singole classifiche solo nei Master e nei Paralimpici, ma il risultato ottenuto nella passata stagione è davvero straordinario».
Il week-end del Frascati Scherma è stato caratterizzato anche dalla presenza (sabato e domenica) presso la struttura di Decathlon Tor Vergata, dove il club di Molinari è stato invitato come tante altre associazioni del territorio. Il Frascati Scherma ha avuto a disposizione un info point per dare utili indicazioni a tutti i curiosi eventualmente interessati: l’organizzazione dei due giorni è stata curata dal maestro Gianluca Zanzot con la collaborazione degli altri tecnici Luca Papale, Tommaso Fabrizi e Alessandra Gambarelli, con la “partecipazione straordinaria” di Valerio Aspromonte e anche di Carlo Cipollone oltre ad altri giovani tesserati.
Infine è di queste ore l’ufficialità dello spostamento del vecchio punto scherma di Cinecittà nella nuova sede dell’istituto lasalliano Pio XII di via Casilina 767 dove sono già state installate due pedane. «Questo dovrà essere per il nostro club un importante “sbocco” su Roma – dice Molinari – L’attività si svolgerà tutti i martedì e giovedì dalle 16,30 alle 19 e sarà coordinata dal maestro Salvatore Di Naro in collaborazione con Valerio Aspromonte e con il supporto di altri tecnici. Ci auguriamo che il punto scherma romano possa finalmente fare nella nuova sede il salto di qualità che aspettiamo da tempo».