9 dicembre 2016

‘Experience’, Nicoletta Piazza espone a Cori

Sabato 10 Settembre, alle ore 17:00, al Castello di Santa Margherita, il vernissage con la presentazione di Federica Calandro. La mostra di sculture dell’artista pontina resterà aperta al pubblico fino a domenica 18 Settembre.

Dal 10 al 18 Settembre l’Arte Contemporanea sarà protagonista a Cori, presso l’Azienda Agricola ed Agriturismo Castello di Santa Margherita che ospiterà la mostra di sculture di Nicoletta Piazza, ‘Experience’. Il vernissage si terrà questo sabato alle ore 17:00, con la presentazione affidata alla critica d’arte Federica Calandro. Dopo l’inaugurazione, sarà aperta al pubblico tutti i giorni, dalle ore 17:00 alle ore 19:00.

Nicoletta Piazza è un’artista emozionale, con prestigiose esposizioni e riconoscimenti in Italia e all’estero. Centro della sua ricerca è la vita, intesa come quell’energia magica che ci ha messi al mondo e che continua a pulsare dentro di noi. Il cuore ne è il simbolo. Ogni sua opera è un invito ad andare in profondità. Da subito lucenti e colorati simboli (il cuore, la stella, la luna, la casa) ci attivano, ci avvicinano all’opera perchè ci appartengono, sono universali.

I corpi bianchi, riservati, di carta, argilla o gesso, con i loro gesti ci incuriosiscono e ci interrogano e, prendendoci per mano, ci fanno scivolare in una dimensione meditativa. Finché, sentendoci ormai nell’opera, arrivano al nostro sguardo quelle parole che lentamente e timidamente, con un sottile filo di inchiostro, dilatano il tempo, e giungono fin nel profondo, per commuoverci, cullarci, rassicurarci.

‘Experience’, l’opera che dà il titolo al percorso artistico proposto al Castello di Santa Margherita, trae ispirazione da questo luogo suggestivo, connubio tra storicità e natura. Qui tre donne si sorprendono a guardare la loro vita dal di fuori, come davanti ad uno specchio. La più giovane lo fa con curiosità, l’adulta con un gesto di accudimento, la più anziana con un’immobilità attonita. L’esperienza di riflettere sulla propria esistenza è vitale, perché è l’unica strada che permette di incontrare l’altro.

Il Castello di Santa Margherita, architettura realizzata tra il 1100 e il 1800, si erge su una collina che domina la pianura pontina, tra uliveti e giardini centenari. Nacque per ospitare un monastero, divenendo nei secoli tenuta agricola. Una facoltosa famiglia romana ne fece un maniero e residenza estiva. Agli inizi del 1900 fu acquistato dagli attuali proprietari, che l’hanno restaurato dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando divenne presidio dell’esercito tedesco.