6 dicembre 2016

Balestri in pole position al Mondiale di Automodellismo a Gubbio

Prove di qualificazione fra spettacolo e imprevisti quelle in corso al Campionato del Mondo di Automodellismo a Gubbio. Organizzata dal Club Automodellistico 5 Colli in collaborazione con il Comune e sotto l’egida della Federazione internazionale delle corse automodellistiche (Ifmar), la rassegna iridata è entrata nel vivo con la disputata delle manche di qualifiche che decideranno la “griglia di partenza” definitiva delle gare a eliminazione diretta in programma da domani venerdì 12 agosto. Sul rinomato mini-autodromo umbro intitolato a Mario Rosati, Dario Balestri ha ottenuto la pole position con automodello su telaio Capricorn motorizzato Tesla. Il conduttore pisano, uno dei più quotati della vigilia per un “posto al sole” nella finale, precede in graduatoria un altro italiano, il messinese Alessio Mazzeo (Serpent-Gimar), ma soltanto il risultato di Balestri è per ora “definitivo”, in quanto dal secondo posto in giù la classifica può ancora variare. Immediatamente all’inseguimento del duo tricolore si è piazzato un altro dei top-driver più attesi, lo svizzero Simon Kurzbuch (Shepherd-Novarossi). La top-five è completata dal tedesco Dominic Greiner (Serpent-Novarossi), che era stato il più veloce durante le prove libere, e dal connazionale Robert Pietsch (Mugen-Picco). Sesto il giapponese Tadahiko Sahashi (Serpent-Picco), con a ridosso un altro italiano, il milanese Luca Redaelli (Capricorn-Tesla), mentre per ora il campione del mondo in carica, lo svedese Alexander Hagberg (Xray-Orcan), occupa soltanto la 33esima posizione. Per quanto riguarda i piloti umbri, confermano gli incoraggianti riscontri delle prove libere Alessio Agostinelli (Capricorn-Novarossi) e Matteo Menichetti (Capricorn-Xrd). In progressione si segnala un altro eugubino, Daniele Agostinelli (Capricorn-Xrd), che sta recuperando il tempo perduto a causa degli inconvenienti patiti nei giorni scorsi prima al motore e poi al telaio.

Le prove ufficiali avrebbero dovuto concludersi giovedì, ma gli scrosci di pioggia di mercoledì hanno costretto gli organizzatori ad apportare un piccolo cambiamento nel programma originale del Mondiale riservato ai più elaborati automodelli da corsa in scala 1/10 a trazione integrale, spinti da motore a scoppio e costruiti appositamente per gare su pista/asfalto (“on road”). Così l’ultima e decisiva manche delle qualifiche è slittata a venerdì mattina. Balestri, poleman attuale che non può più essere superato, ha già guadagnato l’accesso diretto alla finalissima di sabato, mentre gli altri si giocheranno i posti dal 2° al 5° classificato, che danno un ulteriore possibilità di guadagnare un posto “diretto” in finale nella super-pole, in programma immediatamente a seguire l’ultimo turno delle qualifiche. Gli altri 8 posti per la finalissima si decideranno nelle eliminatorie dirette, che si svolgono a mo’ di tabellone tennistico. Il format prevede due gare da 20 minuti per ciascun turno, che venerdì si disputeranno in serie fino ai sedicesimi di finale. Sabato 13 agosto è invece l’attesissima giornata conclusiva, che si aprirà con ottavi e quarti ancora su gare da 20 minuti, mentre le due semifinali sono di 30 minuti ciascuna. Alle ore 16 scoccherà il momento del clou con la finalissima che si disputa sulla distanza di un’ora. Al termine la cerimonia di premiazione che incoronerà il nuovo campione del mondo.

About Emanuele Bompadre 8245 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.