7 dicembre 2016

Calcio, Castelverde, il responsabile Roberto Monticelli: “La Scuola calcio dev’essere divertimento”

Un settore di base in crescita evidente. Ricomincia dall’ottima annata appena messa alle spalle la Scuola calcio del Castelverde: la società del presidente Maurizio Fiorini ha affidato i suoi piccoli calciatori al responsabile Roberto Monticelli che ha avuto un passato molto importante da calciatore (c’è anche uno scudetto Allievi conquistato con la maglia della Roma nei 27 anni di carriera da atleta). «Sinceramente ero un po’ nauseato dal mondo del calcio – spiega Monticelli -, ma qui al Castelverde ho trovato l’ambiente ideale per poter fare calcio nella maniera migliore secondo i miei criteri. Non ci sono pressioni di risultati a tutti i costi, si punta solo ed esclusivamente al benessere del bambino: il nostro obiettivo principale è fare esprimere liberamente i nostri piccoli atleti e cercare di farli stare al meglio. Non è un caso che diversi genitori abbiano rifiutato di spostarmi in club teoricamente più prestigiosi per far continuare ai propri figli il percorso qui al Castelverde: penso che lo abbiano fatto soprattutto perché qui hanno visto l’ambiente giusto per la crescita di questi ragazzini». Monticelli passa poi ad elencare i tecnici che seguiranno le varie squadre del settore Scuola calcio. «L’allenatore degli Esordienti 2004 sarà Davide D’Auria, quello dei 2005 Marco Valerio. La formazione 2006 che giocherà nei Pulcini è stata affidata a Mario Sgrulletta, mentre il gruppo dei 2007 lo prenderò in carico io direttamente e quello dei 2008 sarà guidato da Marco Uri. Infine Luca Santoro sarà il responsabile dei Piccoli Amici 2009, 2010 e 2010. Il nostro augurio – conclude Monticelli – è quello di continuare a crescere, sia dal punto di vista numerico che come qualità della gestione di questi gruppi».
Intanto il Castelverde ha accolto con un po’ di amarezza le decisioni del Comitato regionale in relazione ai ripescaggi nella categoria regionale dei Giovanissimi fascia B: i criteri di reintegro di determinate società sono apparsi al club capitolino abbastanza incomprensibili. Un peccato perché l’annata del vecchio gruppo Giovanissimi fascia B del Castelverde (con un primo posto mancato davvero di un soffio) avrebbe meritato ampiamente il salto nei regionali. Ma non c’è dubbio che il club proverà a conquistare la categoria pure quest’anno col nuovo gruppo di Giovanissimi fascia B affidato a Filiberto Cedrone.