Dovizioso settimo e Iannone nono in qualifica al Sachsenring

Terza fila per entrambi i piloti del Ducati Team al termine della sessione di Q2 del GP di Germania al Sachsenring. Andrea Dovizioso ha infatti ottenuto il settimo crono in 1’21”858 mentre il suo compagno di squadra Andrea Iannone ha fatto segnare il nono tempo in 1’21”890.
Questa mattina, nel turno di FP3 del mattino, Iannone aveva ottenuto il secondo miglior tempo dietro a Marquez e, insieme a Dovizioso in nona posizione, si era garantito l’accesso diretto alle Q2 del pomeriggio.
Dopo il turno di prove libere del pomeriggio, chiuso dal pilota di Vasto al primo posto e con Dovizioso quinto, i due piloti ufficiali Ducati sono scesi in pista per la sessione di qualifica decisiva per le prime quattro file.
Andrea Dovizioso ha ottenuto il settimo tempo all’ultimo giro della sua seconda uscita mentre Iannone, scivolato alla curva 1 nel corso del suo primo run, è riuscito comunque a rientrare ai box e la sua moto è stata riparata in tempo per consentirgli di scendere nuovamente in pista ed ottenere il nono crono all’ultimo giro utile.
Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – 1’21’’858 (7°)
“Sono contento perché stiamo lavorando bene anche questo weekend e siamo riusciti a migliorare turno dopo turno. Nelle FP4 il nostro passo non era male e con le gomme usate non siamo lontani dai primi, ma purtroppo in qualifica non sono riuscito a fare un giro perfetto. Domani le condizioni meteo dovrebbero cambiare nuovamente e le temperature più basse ci potrebbero aiutare, per cui vediamo cosa potrà succedere in gara.”
Andrea Iannone (Ducati Team #29) – 1’21”890 (9°)
“Peccato che in qualifica non siamo riusciti a concretizzare il nostro potenziale perché durante il weekend siamo sempre stati molto veloci e competitivi. Il nostro turno migliore è stato la FP4 in simulazione di gara, con il pieno di benzina e la gomma posteriore usata, e alla fine siamo stati molto veloci con un buon ritmo. Purtroppo in qualifica con la prima gomma sono scivolato perdendo l’avantreno, e alla fine non siamo riusciti a stare nelle prime due file, che era il nostro obiettivo perché qui è molto importante partire davanti.”

loading...
Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8021 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.