10 dicembre 2016

Pattinaggio, per lo Skating Frascati buoni piazzamenti ai campionati italiani freestyle: Calabrese il migliore

Un poker di ragazzi quasi tutti alla prima esperienza. Non è un caso che il migliore dei quattro atleti dello Skating Frascati che hanno gareggiato ai campionati italiani di freestyle a Busto Arsizio (cittadina lombarda in provincia di Varese) sia stato quel Matteo Calabrese, unico della spedizione tuscolana che già l’anno passato aveva partecipato a una competizione nazionale. «Ma il risultato complessivo è stato sicuramente soddisfacente, considerando che i nostri ragazzi erano tutti al primo anno nella loro categoria e dunque hanno gareggiato con diversi ragazzi di un anno più grandi» dice il presidente dello Skating Frascati Claudio Valente che tra l’altro, da consigliere regionale, ha spinto molto sulla diffusione di questa disciplina non solo all’interno del suo club, ma in tutto il Lazio. «Per la prima volta il Lazio ha avuto atleti nella kermesse dei campionati italiani di freestyle e questo non può che farmi piacere» sottolinea Valente che poi torna all’analisi dell’andamento dei quattro ragazzi. «Nello speed slalom il risultato migliore lo ha ottenuto Matteo Calabrese che, nella categoria Ragazzi, ha ottenuto un ottimo sesto posto sfiorando l’approdo alle finali. Addirittura è rimasto un po’ di rammarico perché come tempi Matteo aveva meritato la finale, ma una piccola penalità gli ha tolto questa possibilità. Nella stessa categoria Francesca Lazazzara ha totalmente pagato l’emozione per l’esordio in una gara così importante: nelle precedenti competizioni e anche in allenamento il giorno prima, aveva ottenuto prestazioni molto importanti tanto da farci pensare a un ingresso in finale, invece nelle qualifiche ha rimediato due “run” (prove, ndr) nulle a causa dei birillini abbattuti durante il percorso ed è stata eliminata dalla competizione». Anche nella categoria Allievi, lo Skating Frascati ha avuto due partecipanti ai nastri di partenza. «Leonardo Marcoaldi ha realizzato tempi ottimi per le proprie potenzialità, ma si è trovato di fronte una concorrenza notevole e diversi ragazzi più esperti di lui per questo tipo di gare, centrando un più che onorevole 12esimo posto finale. Noemi Moretti si è piazzata 18esima e anche la sua è stata una buona gara, anche se lei è stata condizionata in questa stagione da un infortunio che l’ha costretta ai box per un po’ di tempo».