11 dicembre 2016

Isola Sacra, a fine estate i lavori per l’argine

Partiranno alla fine dell’estate i lavori per la realizzazione dell’argine di Fiumara Grande, all’Isola Sacra. Il cantiere durerà circa otto mesi. Al tempo stesso arriverà la declassificazione di Fiumicino centro da R4 a R2”. Lo annuncia il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, che ieri insieme all’assessore regionale alle infrastrutture, Politiche Abitative ed Enti Locali Fabio Refrigeri e all’assessore comunale alle Politiche del Territorio Ezio Di Genesio Pagliuca, ha incontrato i residenti dell’Isola Sacra presso l’aula consiliare del Comune di Fiumicino. Presenti anche la presidente del Consiglio Comunale Michela Califano, il Direttore dell’Area Risorse idriche e difesa del suolo della Regione Lazio Mauro Lasagna, l’assessore all’Ambiente Roberto Cini, l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Caroccia, i consiglieri comunali Emilio Patriarca, Giampaolo Nardozi, Maurizio Ferreri.
Con la Regione – afferma il sindaco Montino  – abbiamo lavorato immediatamente per cambiare il primo tracciato dell’argine a ridosso della località Passo della Sentinella e questa collaborazione ha portato il tracciato definitivo a 900 metri da Fiumara Grande. Un argine su cui dovrebbe passare solo la pista ciclabile. Io sono convinto che tale argine si debba fare perché non mette i cittadini di Fiumara in difficoltà, come testimoniato dagli studi idraulici fatti dagli esperti, e nello stesso tempo risolverà il tema della sicurezza idraulica  dell’Isola Sacra. Con questa soluzione si avvia un processo di sistemazione del nostro territorio. Declassare da R4 a R2 significa garantire la sicurezza di tutti gli abitanti e sbloccare la situazione in modo tale da poter completare urbanisticamente il quartiere più grande che abbiamo. Per quanto riguarda invece la questione sul pagamento dell’IMU sui terreni B4A e C3B, c’è stata un’operazione che ha portato negli ultimi tre anni a uno sconto di circa due terzi sulla base imponibile iniziale, arrivando con grandi sforzi quasi al valore agricolo, anche se  rimane impossibile recepire la proposta di esonero dal pagamento in quanto la legge nazionale prevede diversamente”.
La situazione sui vincoli a Isola Sacra –spiega l’assessore Di Genesio Pagliuca – era composita e poco definita. In questi tre anni abbiamo fatto dei passi avanti enormi. Quando ci siamo insediati avevamo la necessità soprattutto del piano per i B4A e da anni era stata presentata alla Regione Lazio la richiesta del parere geologico vegetazionale, che però faticava ad arrivare poiché era sopraggiunto il problema legato alla Co2. Siamo riusciti ad ottenere questo parere idrogeologico della zona, con l’individuazione delle aree gravate dal vincolo della Co2, il decreto in itinere prevede il superamento di questo problema pur rimanendo delle situazioni di rischio, che resteranno circoscritte. Per quanto riguarda il piano della B4A abbiamo inviato la richiesta di esclusione della Vas, la valutazione ambientale strategica, e siamo in attesa della risposta. Sulla declassificazione di Fiumicino centro da R4 a R2 –aggiunge l’assessore Di Genesio Pagliuca – stiamo aspettando la pubblicazione ufficiale del decreto. Altro aspetto importante relativamente all’ipotizzato vincolo derivante dal rischio alluvioni, a testimonianza della collaborazione su queste tematiche tra Regione e Comune, sta il fatto che la Regione Lazio ci ha chiesto di produrre tutti gli eventuali studi fatti per il nostro territorio. Noi, tra l’altro, abbiamo affidato un incarico per redigere lo studio idraulico della zona di Isola Sacra, un lavoro che non era mai stato fatto prima d’ora e a breve lo consegneremo alla Regione”.
L’assessore Refrigeri ha ribadito che si tratta di un tema che Comune e Regione stanno affrontando insieme da quando l’attuale Amministrazione Comunale si è insediata e che si tratta di un percorso che i due enti faranno insieme anche in futuro.

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.