Bracciano, elezioni, Tondinelli: “Una grande vittoria, ma ora bisogna lavorare duro”

 

“Evidentemente i cittadini di Bracciano hanno compreso che le battaglie condotte fino a oggi erano giuste. La vittoria al primo turno, pur in un quadro di frammentazione notevole dello schieramento politico, è il chiaro messaggio, inviatoci da oltre 2400 braccianesi, che la strada intrapresa è l’unica che può portare ad avere una Bracciano migliore”.

È quanto dichiara Armando Tondinelli, candidato sindaco con le liste Patto per Bracciano e Noi per Tondinelli, che è risultato il più votato al primo turno delle elezioni amministrative del 5 giugno.

“Siamo riusciti a raggiungere il ballottaggio contro Claudio Gentili, un risultato che molti davano come impossibile. Siamo stati bersaglio dell’attacco di quanti, per difendere il sistema di favoritismi stratificatosi a Bracciano dopo molti anni, hanno visto in noi il rischio di perdere quelle posizioni di vantaggio a scapito dei cittadini, ma siamo convinti che i braccianesi meritino una politica nuova, al servizio della gente, basata sulla trasparenza e l’onestà”.

Tondinelli ha fatto il punto del lavoro svolto e di cosa lo attende: “All’inizio eravamo dati per spacciati, ci hanno dati degli avventurieri, degli sprovveduti. Potrei paragonare quest’impresa con la vittoria dello scudetto del Leicester di Ranieri, in cui nessuno credeva, ma che giornata dopo giornata è diventata realtà. Ma oggi non dobbiamo dormire sugli allori, abbiamo ancora due settimane che saranno durissime. I nostri avversari faranno di tutto per non perdere il Comune, per cui dobbiamo resistere agli attacchi, e convincere quanti hanno votato altre liste che la nostra proposta è migliore rispetto a quella di Gentili”.

“Ringrazio i cittadini – conclude Tondinelli – che ancora una volta hanno dimostrato di saper scegliere, nel contempo non posso esimermi dal ringraziare il mio gruppo fatto di persone oneste capaci e preparate che possono far cambiare Bracciano”

loading...
loading...