10 dicembre 2016

Calcio – Ssd Colonna, domenica trasferta a Napoli per i gruppi 2001 e 2002

Una bella esperienza, un modo sicuramente originale di fare gli ultimi passi in questa stagione 2015-16. Due gruppi del settore giovanile della Ssd Colonna, quello dei 2001 affidato a mister Sandro Giovannoni e quello dei 2002 guidato da Daniel Fedeli, parteciperanno ad una giornata-evento all’insegna di calcio e sociale in quel di Napoli. L’iniziativa, subito approvata con entusiasmo dal club e in primis dal presidente Giancarlo Urgolo, è stata promossa dal dirigente Enzo Quatraro che spiega com’è nata l’idea. «Un mio cugino, Vincenzo Napoletano, è presidente dell’associazione Argons che è molto attiva nel capoluogo campano in ambito sportivo soprattutto con l’intento di cercare di togliere i ragazzi dalla strada. Per domenica ha organizzato un evento (che sarà seguito anche da alcune televisioni del posto, ndr) legato al calcio che, però, vivrà momenti di puro divertimento grazie alla presenza del comico Luca Sepe alternati a momenti più “solenni” attraverso la presenza di personaggi delle istituzioni locali. L’invito che la Argons ha fatto al Colonna ha un significato preciso e cioè quello di voler tornare a riavvicinare calcisticamente i territori di Napoli e Roma che tanti anni fa erano uniti da un forte gemellaggio tra i tifosi delle due squadre di serie A e che negli ultimi tempi, invece, hanno vissuto e vivono momenti di forte tensione». La folta comitiva della Ssd Colonna (56 persone tra giocatori, tecnici, dirigenti e genitori) dovrà fare una “levataccia”: la partenza, infatti, è prevista per le 6,15 circa anche perché il programma della manifestazione (che vedrà mini-gare di calcio a 5 tra vari gruppi) comincerà attorno alle 9,30 e poi proseguirà fino a metà pomeriggio. Il rientro del gruppo del Colonna è previsto in serata. «Sarà indubbiamente una bella esperienza per i nostri ragazzi – conclude Quatraro – che potranno fare una sorta di “gita” all’insegna dello sport e conoscere una realtà sociale molto importante nel territorio di Napoli».