4 dicembre 2016

Cisterna di Latina – Il Consiglio comunale approva tutti i punti

È stata una seduta certamente difficile che ha visto un grande impegno da parte degli uffici comunali e che, attraverso l’elaborazione o l’adeguamento di vari regolamenti mira ad una gestione amministrativa più puntale e trasparente della città”.
Così ha commentato il sindaco di Cisterna Eleonora Della Penna il consiglio comunale svolto ieri pomeriggio con all’ordine del giorno quasi tutti punti tecnici, soprattutto regolamenti e determinazione delle aliquote tributarie e tariffe edilizie.
Ad aprire la presentazione delle interrogazioni è stata la consigliera Innamorato sollecitando interventi sul muro di contenimento della scuola Cena, il recupero dell’ex municipio, la pulizia della Fontana Biondi, e i dinieghi dell’ufficio condono.
Di Lelio ha lamentato l’installazione di rastrelliere portabici sui marciapiedi che ostacolerebbero la circolazione dei pedoni e dei disabili. Panfili ha proposto l’adozione di lavori di pubblica utilità per sgravare le fasce deboli di alcune imposte, ad esempio l’uso del baratto amministrativo. La consigliera Giorgi ha sollecitato il ripristino del funzionamento del semaforo sull’Appia all’altezza del cimitero e chiesto al sindaco un interessamento sulle vicende che recentemente riguarderebbero la carica di direttore del Giardino di Ninfa.
Il sindaco ha risposto alle richieste chiarendo che quella della direzione del Giardino di Ninfa è una questione interna alla Fondazione Caetani in cui il Comune non può in nessun modo intervenire ma che comunque, in via amichevole, avrebbe chiesto maggiori dettagli nella speranza che si superino eventuali velleità personali. Per quanto riguarda invece il muro di contenimento della scuola Cena ha informato che nel bilancio sono stati stanziati 55mila euro. Non sono al momento previsti interventi, invece, sulla facciata dell’ex municipio – che secondo un calcolo richiederebbe circa 80mila euro – per dare priorità ad interventi più urgenti.
Sui dinieghi dell’ufficio condono ha affermato che svolgerà una verifica come pure per il posizionamento delle rastrelliere portabici presenti  nel centro urbano.
Sull’applicazione del baratto amministrativo è intervenuto il consigliere Di Cori affermando che l’iter di attivazione è stato interrotto dalla recente sentenza del Consiglio di Stato la quale pone dei limiti che dovranno essere tenuti in considerazione nel regolamento attualmente in elaborazione.
Concluso il giro di interrogazioni consiliari, la massima assise cittadina ha avviato l’esame dei punti all’ordine del giorno discutendo le nuove tariffe della tassa sui rifiuti (TARI) che, a seguito dell’adeguamento delle tariffe agli importi dovuti alla ditta di trattamento dei rifiuti e alle spese per il potenziamento della raccolta differenziata comporterà un aumento del 10% della tariffa domestica e del 15% per quella non domestica. Il sindaco ha informato che sta approdando in commissione ambiente della Provincia la proposta di un Piano Provinciale dei Rifiuti in cui si mira alla costituzione di un ambito diviso in tre stazioni di trasferimento così da incentivare la differenziata ed abbassare i costi a carico dei Comuni, rompendo un monopolio di fatto. Dopo l’approvazione con 16 voti a favore e 8 contrari, l’assise ha discusso la modifica dei vigenti regolamenti comunali in materia di TASI ed IMU e delle relative aliquote. Variazioni dettate dalla legge di stabilità 2016 che rendono necessario un adeguamento delle disposizioni regolamentari, in particolare per quanto riguarda le unità immobiliari concesse in uso gratuito a parenti in linea retta che da quest’anno godono della riduzione del 50% dell’imposta. Inoltre la riduzione di imposta per gli immobili locati a canone concordato e l’esenzione per i terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.
Ottavo punto all’ordine del giorno è stato quello relativo alla convenzione con il Comune di Cori per la stazione unica appaltante (S.U.A.). Si tratta di un accordo sulla cosiddetta centrale di committenza che permetterà ai quattro Enti di cui ne fanno parte (Cisterna, Sezze, Sermoneta e Cori) di assicurare la trasparenza, la regolarità e l’economicità della gestione dei contratti.
L’assessore Cera ha poi illustrato i motivi e gli importi dovuti sui diritti di istruttoria del SUAP, già presenti in vari altri ambiti, per quanto riguarda l’edilizia privata produttiva mentre l’assessore Agnani ha informato sugli adeguamenti ai parametri ISTAT, bloccati al 2008, in materia di edilizia ed urbanistica in tema di costi di costruzione e di urbanizzazione, e sull’aggiornamento dei diritti di segreteria e istruttoria da applicare ai procedimenti.
Si è deciso invece di ritirare, per una analisi più approfondita delle questioni, il regolamento per la definizione dei criteri e modalità di calcolo delle sanzioni amministrative pecuniarie e l’istituzione del servizio di parcheggi a pagamento al fine di salvaguardare l’occupazione del personale della cooperativa sociale che attualmente si occupa del servizio.
La seduta si è conclusa con l’approvazione delle modifiche e delle integrazioni al regolamento Comunale dei servizi di mensa e trasporto scolastici.

About Giovanni Soldato 2949 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.