10 dicembre 2016

Calcio – Tim Cup, queste le parole di Mister Sinisa Mihajlovic alla vigilia di Milan-Carpi

Lazio's player hold the cup after defeated Sampdoria in their final football match of the Italian Cup (Coppa Italia) on May 13, 2009 at Rome's Olympic Stadium. Lazio beat Sampdoria 6-5 on penalties following a 1-1 draw to win the Italian Cup and qualify for next season's Europa League. AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE (Photo credit should read FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

“Vincere ci permetterebbe di proseguire il cammino in TIM Cup. Conosciamo il Carpi, abbiamo visto che è una squadra che lotta per 90 minuti e non si da per vinta. Dovremo sfruttare le occasioni e passare il turno. L’obiettivo di domani è restare in piedi e prenderci la qualificazione. Se giochiamo come a Roma abbiamo tante possibilità di vincere”.

“Contro la Roma abbiamo rischiato nei primi 15 minuti, poi abbiamo preso le misure ed è stata una gara equilibrata. Aver preso gol dopo tre minuti poteva portarci a disunirci se il gruppo non fosse stato unito. Alla fine abbiamo fatto un’ottima gara e meritato di vincere. Non siamo una squadra fortunata. Se creiamo tanto e segnamo poco è anche un nostro difetto da migliorare. Giocando così girerà anche per noi. Le voci non sono un problema per me. Io sono sereno come sempre, concentrato e penso partita per partita. Questa squadra al completo può lottare per un posto in Champions. Per quanto fatto sul campo meriteremmo di più. L’unica gara che abbiamo pareggiato e non avremmo meritato è la gara con l’Atalanta. Con i punti che avremmo meritato saremmo più vicini alle posizioni di testa. Dobbiamo essere più cinici e più cattivi”.

“La formazione la decideremo, c’è ancora un allenamento. Magari giocano Luiz Adriano e Niang e non gioca Bacca. A Luiz Adriano in fase di non possesso abbiamo detto di mettersi su De Rossi. L’ha fatto molto bene, poi si è anche proposto. Anche Boateng è entrato bene e ha fatto bene. I giocatori mettono sempre in pratica le situazioni tattiche che proviamo. Boateng dal primo minuto è una possibilità, dall’inizio o a gara in corso. Sarà la terza partita in sette giorni, alcuni hanno giocato di più, altri meno, alcuni le faranno tutte e tre, ora vediamo. Balotelli è a disposizione e domani è convocato se non succede qualcosa oggi. Menez sono due giorni che fa lavoro con il pallone con noi. Quello che è importante è che non sente dolore. Spero di recuperarlo il prima possibile. Massimo a fine gennaio se non ci saranno contrattempi credo sarà disponibile”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.