4 dicembre 2016

Roma – Settimana intensa per la polizia, 10 arresti in sette differenti episodi

 

Settimana intensa quella che sta per concludersi per gli uomini e le donne della Polizia di Stato impegnati nella prevenzione sul territorio della capitale.

Gli agenti del commissariato Aurelio, durante la notte scorsa, hanno notato una piccola auto il cui conducente, alla loro vista, tentava di “dileguarsi” nelle stradine limitrofe a via di Boccea. I poliziotti lo hanno bloccato dopo pochi minuti. S.V. , queste le iniziali del 35enne romeno alla guida della vettura, aveva rubato l’utilitaria poco prima usando il classico “spadino” abbinato ad un disturbatore di frequenze di ultima generazione. L’uomo è stato arrestato e l’auto è stata restituita al proprietario il quale, ancora non si era accorto del furto.

C.L., romano di 37 anni, è stato invece arrestato dagli agenti del commissariato Primavalle; l’uomo è stato sorpreso nei giorni scorsi mentre cercava di rubare sulle auto in sosta lunga via Trionfale. Fondamentale in questo caso l’apporto di un cittadino che, accortosi del reato, tramite la sala operativa, ha “guidato” la Volante fino a C.L.

Gli agenti del commissariato Prati hanno arrestato una 18enne di origini croate che, in compagnia di una connazionale minore degli anni 14, aveva appena rubato in un’abitazione di via Cola di Rienzo. L’intervento della Polizia di Stato ha permesso anche il recupero di tutta la refurtiva.

All’inizio della settimana, presso la Stazione Termini, F.K, cittadino albanese di 30 anni, ha borseggiato un turista statunitense nei corridoi di accesso alla metropolitana. L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato bloccato da una pattuglia del commissariato Viminale. Gli agenti, una volta raccolta la denuncia del turista, hanno dichiarato in arresto l’albanese.

M.G., romeno di 41 anni, in Italia senza fissa dimora è stato arrestato ieri dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine per tentata rapina. L’uomo, dopo essere entrato all’interno di supermercato in via Tiburtina, si è impossessato di alcuni generi alimentari che ha nascosto sotto i vestiti. Si è poi presentato alle casse per pagare “solo” una bottiglia di vino. Prima che riuscisse ad uscire dall’esercizio, un dipendente che lo aveva notato aggirarsi nel banco frigo e prelevare alcuni generi alimentari, insospettito dalla “anomala “protuberanza” all’altezza della cintola dei pantaloni gli ha chiesto di rimettere a posto ciò che aveva appena rubato. Lo straniero a quel punto brandendo la bottiglia in aria l’ha minacciato ma l’altro con una mossa fulminea è riuscito a “disarmarlo”. Quando i poliziotti, transitando davanti al supermercato hanno notato la scena, immediatamente sono entrati all’interno bloccando lo straniero.

Sempre nella giornata di ieri, in altri due distinti episodi, gli agenti del Reparto Volanti hanno arrestato 5 donne, una cubana di 41anni e 4 ragazze romene di età compresa tra i 21 ed i 40 anni. La cubana aveva   rubato dei capi di abbigliamento in un grande magazzino nel quartiere di Monteverde, mentre le donne romene avevano sottratto dei generi alimentari dagli scaffali di un discount del Casilino.

About Samantha Lombardi 4007 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it