5 dicembre 2016

Rieti – Presentata la stagione Culturale 2015/2016 del Teatro Flavio Vespasiano

 

E’ stata presentata questa mattina dal sindaco di Rieti, Simone Petrangeli, e dall’assessore alla Cultura, Anna Maria Massimi, la stagione Culturale 2015/2016 del Teatro Flavio Vespasiano promossa dal Comune di Rieti e dall’AtCl (Associazione teatrale fra i Comuni del Lazio).

La stagione si preannuncia molto ricca e di assoluta eccellenza. In particolare il variegato programma prevede un prestigioso cartellone dedicato alla Prosa in abbonamento che annovera artisti di spicco dello spettacolo dal vivo italiano come Lello Arena, Luigi De Filippo, Massimo Foschi, Monica Guerritore, Glauco Mauri, Giulio Scarpati, Valeria Solarino e Pamela Villoresi.

Oltre al tradizionale cartellone di Prosa, che ha già fatto registrare più di 350 abbonati, sono stati programmati tre spettacoli “oFF” destinati alle scuole della città (matinée) e una rassegna musicale organizzata e diretta da ArteM di Rieti che prevede cinque concerti di musica classica, tra cui un grande evento dedicato al Gospel, il 17 dicembre, con Pastor Ron Gospel Show.

La Danza, come tradizione ormai consolidata, regalerà un’altra edizione del Concorso Internazionale di Danza “Città di Rieti” – Rieti Danza Festival, con una giuria e docenti di assoluto prestigio.

Da segnalare anche un’importante novità fortemente voluta dall’Amministrazione comunale: una rassegna interamente dedicata ai bambini denominata “Domeniche da Favola”, decentrata presso lo splendido teatrino dell’Istituto Suore oblate del Bambin Gesù con lo scopo di avvicinare i più piccoli al teatro e creare momenti conviviali tra famiglie. Infine, spazio anche al teatro dialettale con classici e nuove opere nel solco della tradizione locale.

“Nonostante le scarse risorse a disposizione e grazie all’aiuto della Regione e di Atcl – dichiara l’assessore Massimi – siamo riusciti a proporre una eccezionale offerta culturale con un programma ricco di eventi che va dalla prosa alla musica fino al teatro per i bambini. Si sono appena conclusi i lavori degli Stati generali che hanno registrato grande interesse tra gli operatori culturali della nostra città. I tavoli tematici hanno svolto un importante lavoro raccogliendo proposte e idee che arrivano dalla città, attraverso le compagnie, le associazioni e i gruppi che fanno cultura. C’è una richiesta forte rispetto alla mancanza di luoghi in cui discutere e confrontarsi anche con realtà esterne, per crescere e arricchirsi. Uno di questi luoghi sarà certamente il Teatro. Il lavoro andrà avanti e darà presto i suoi frutti partendo proprio dalle proposte che abbiamo raccolto”.

“Se pensiamo a quello che accade ogni giorno – dichiara il sindaco Petrangeli -, con la chiusura di teatri e i continui tagli alle politiche culturali, la proposta culturale della nostra città è un autentico miracolo. Abbiamo aumentato l’offerta arricchendola di un gran numero di eventi che si svolgeranno parallelamente alla stagione di prosa. La città ha dato un grande contributo, sono molte, infatti, le realtà che hanno aiutato il Comune a mettere insieme un programma di altissimo livello. Gli Stati generali della cultura sono stati un primo momento di coinvolgimento per avvicinare la città e gli operatori alle politiche culturali mettendo insieme strutture e soggetti che vogliono crescere e qualificare ancor più l’offerta. Un grande apprezzamento lo esprimo per l’impegno e il lavoro messo in campo dall’assessore Massimi, dalla Regione e dall’Atcl. Il nostro Teatro vive 365 giorni l’anno e sta diventando davvero la piazza al coperto della città. La cultura non è solo un elemento di accrescimento e coesione sociale, ma anche una grande occasione di rilancio. Esprimo apprezzamento anche nei confronti delle compagnie teatrali locali che, finalmente, si sono messe insieme dando vita a un consorzio con l’obiettivo di portare avanti un progetto comune”.

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.