11 dicembre 2016

Pallavolo – Prima Vittoria per l’Under 19 Maschile della Volley Fiumicino

 

 

Dopo la prima uscita  casalinga persa contro il Volley Roma, in una partita dove sicuramente si poteva e doveva far meglio, contro un avversario con cui si lottava alla pari, serviva una prova di carattere. L’obbiettivo era  trovare la giusta convinzione e rilanciare ambizioni che il potenziale, ancora in gran parte tutto da esprimere, dei ragazzi giallo-blu ha generato anche per questo campionato.
L’occasione si è presentata giovedì 29 contro sul campo del San Paolo. I padroni di casa sono una buona squadra anche loro con un buon potenziale.
Visti i risultati delle prime gare sarà un girone equilibrato, per ora non sembra ci sia una squadra più attrezzata delle altre, la differenza probabilmente la farà il gioco di squadra, l’assetto tattico e la mentalità con cui si scende in campo: ieri è stato sicuramente cosi.
In questa chiave di lettura i ragazzi dl Fiumicino hanno il bel vantaggio di potersi costruire esperienze di gioco e caratteriali grazie alle partite, ma soprattutto ed in maniera determinante, grazie agli allenamenti che stanno disputando in serie D. Infatti, con due partite del campionato regionale e una settimana di lavoro in più alle spalle, evidentissimi sono i progressi fatti rispetto alla precedente gara di 19.
Il Fiumicino dopo un inizio un po’ contratto si scioglie  giocando ad un buon ritmo nel primo set;  come nella maggior parte  delle squadre giovani manca  ancora la continuità che serve per essere decisivi, questo insieme alla bravura dell’avversario, rende il set equilibrato con parziali che vengono abilmente costruiti e poi dilapidati per qualche errore evitabile. Nel finale di set,  nei punti decisivi, sono pero i giallo- blu a risultare più organizzati e determinati chiudendo sul 22-25.
​La gara sembra andare in discesa, Fiumicino va sulle ali dell’entusiasmo, mentre l’avversario accusa il colpo. Il palleggiatore Paris, potendo contare su una buona ricezione,  da il meglio di se,  mettendo in condizione gli attaccanti di fare sistematicamente cambio palla; difficile in questa situazione per il San Paolo recuperare i break che la difesa ed il muro degli ospiti  incrementano di azione in azione: si arriva cosi al 17-25.
Il terzo set parte esattamente come si è chiuso il secondo con il pallino del gioco tutto nelle mani dei giocatori del Fiumicino, ma quando tutto sembra deciso , riemergono ancora tutti i limiti soprattutto caratteriali di questo gruppo. Non solo si subisce la rimonta dell’avversario ma si cede il parziale con il punteggio di 25 a 20 riaprendo di fatto una partita che sembrava chiusa. Troppi gli errori su ogni fondamentale, le sicurezze trovate in precedenza non ci sono più, la ricezione vacilla, a muro si è fallosi, in attacco la palla va a rete invece che nel campo avversario. Situazione complicata soprattutto per i più giovani e più  inesperti come il Palleggiatore Paris, classe 2000, ottimo in precedenza e nel complesso autore di buona prova, ma che nel terzo set  risente più di tutti del calo di tensione generale e del nervosismo in campo. Manca un riferimento in campo capace di sbrogliare la situazione e far ritrovare a tutti la lucidità necessaria.
L’andamento della gara ed il fatto che si tratti di una giovanile lascia presupporre che sicuramente la partita si deciderà al 5 set.
Al rientro in campo il Fiumicino però fa falere l’esperienza acquisita nella partita di mercoledì di serie D vinta contro il Montello:  le analogie tra le due competizioni sono molte, anche mercoledì c’era stato un vistoso calo di concentrazione,  ed anche ieri c’è stata una bellissima reazione.
La voglia di reagire già si era vista nel terzo set, quando i giallo-blu avevano provato a non cedere, spinti più dalla rabia che dalla lucidità., segnale comunque positivo, ma che ha generato la confusione e l’impressionante sequela di errori che hanno permesso all’avversario di portarsi sul 1 a 2.
Nella quarta frazione di gioco la  musica è diversa: finalmente la cattiveria agonistica trova il suo giusto sfogo in una reazione composta, ordinata, intelligente e soprattutto di squadra.  Come era già successo mercoledì il miglior interprete di questa ritrovata lucidità e continuità è ancora il Capitano Matteo Crea autore veramente di una prova convincente ed in costante crescita.
Cosi con una maturità, mai vista prima d’ora, i ragazzi di Coach  Buattini, ricominciano a giocare una buona pallavolo macinando punti su punti,  limitando gli errori e controllando l’avversario a distanza. Il set si chiude con un nettissimo  12 a 25 regalando al  Fiumicino i 3 punti e qualche certezza in più.
Al di là della vittoria quello che più conta sono i progressi fatti, e la capacità di reagire alle difficoltà, che ha permesso di non lasciare punti per strada.  Questa maturità e continuità sono uno degli obbiettivi del lavoro che è stato programmato per questi ragazzi di cui si iniziano già ad intravedere i frutti. Maturità, continuità ed intelligenza sono anche i presupposti necessari per fare il definitivo salto di qualità che ci si attende quest’anno.
Per ora i fatti stanno dimostrando che la strada è quella giusta, e che il lavoro svolto in palestra paga sempre; la scommessa quest’anno è tutta qui: se i ragazzi continueranno in questo percorso senza deviazioni, impegnandosi  a fondo con la giusta convinzione nei propri mezzi, arriveranno sicuramente altre soddisfazioni, perché il potenziale c’è tutto. Importante sarà  non sprecare questa opportunità di crescita, e mettere a frutto, per fare esperienza e continuare a migliorarsi sempre, tutte le lezioni, anche le più dure e le più brutte, che in due campionati  cosi competitivi sono sempre dietro l’angolo.
Complimenti ai giovani del Fiumicino per questi fondamentali passi in avanti.

Tabellino:
Apd  San Paolo Ostiense vs Volley Fiumicino 1-3 (22-25 // 17-25 // 25-20 // 12-25)
Buattini V. ( allenatore ),  Ragona M. ( dirigente).
Convocati:  Alfonsi  F., Crea M. ( capitano), Luciano F., Maraviglia M., Paris M., Pizzini M., Ragona B., Solipaca E..