4 dicembre 2016

Anguillara – Manciuria: “Tasse su, pizzorno giù”

“La propaganda sfrontata della ‘Disgiunta Pizzorno’ supera se stessa con la presentazione dell’emendamento in zona Cesarini al Bilancio Previsionale 2015: i 90.000 euro sono opera del Ministero dell’Interno e  non del risanamento del Bilancio comunale che tutt’oggi presenta un buco di oltre tre milioni di euro per la raccolta differenziata”.

Così Sergio MANCIURIA, capogruppo del Movimento “SI” per Anguillara, commenta l’enfasi nella presentazione del Bilancio di previsione 2015 da parte dell’amministrazione Pizzorno.

“La verità è ben diversa da quella presentata ai cittadini con tanta sfacciataggine – continua il presidente del Movimento -, nonostante il ben servito dei Democratici alla sua ricandidatura con tanto di aut aut primarie per le Amministrative 2016, Pizzorno e la sua ‘disamministrazione’ negano volutamente, per il quinto anno consecutivo, di aver spremuto al massimo le tasche dei cittadini in cambio di pessimi servizi e scarsa manutenzione ”.  

“Oltre il record delle tasse che pagheremo sino alla fine dell’anno, questa giunta – sostiene Manciuria –  colleziona l’ennesima diffida di scioglimento del Prefetto di Roma per non aver approvato nei termini il Bilancio. Lo farà probabilmente stasera nel corso del Consiglio comunale dopo la fuga della sua maggioranza nel mese di agosto, che dimostra bene il suo attaccamento all’istituzione sabatina in pieno stile Marino”.

 “Ennesima prova dell’incapacità di Pizzorno continua il capogruppo SI  – è stata quella di non aver inserito nel bilancio tale fondo ministeriale a tempo debito, considerato che lo stanziamento è del 27 Luglio  mentre l’approvazione del suo Bilancio è del 30. Praticamente, neanche di fronte alle concessione di soldi del Ministero sono stati attenti”.

“Sinceramente, avremmo preferito affrontarlo alle prossime elezioni comunali, ma è evidente che Pizzorno in questi anni si sia scavato la fossa della ricandidatura per manifesta mancanza di coraggio, dignità e capacità nel rispondere alle attese di una città di ventimila abitanti. Ora bisogna dare una svolta gestionale per far rinascere Anguillara: basta con belle parole e nessuna sostanza come ha dimostrato in questi anni la Giunta al completo. Diffidiamo delle imitazioni e degli opportunisti conclude Manciuria –  e sia ben chiaro: dovendo scegliere tra il fallimento del cambiamento proposto da qualche politicante travestito di nuovo, preferiamo l’usato sicuro”.

Sergio Manciuria CAPOGRUPPO SI PER ANGUILLARA

Emendamento Pizzorno

Tabella tasse Anguillara

Diffida prefetto