3 dicembre 2016

Seconda fila per i piloti del Ducati Team a Brno

Un buon turno di qualifica per i piloti del Ducati Team oggi a Brno. Andrea Iannone ha infatti chiuso al quarto posto la sessione di Q2 mentre il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso ha ottenuto il sesto miglior tempo e quindi entrambi i piloti italiani partiranno dalla seconda fila per il GP della Repubblica Ceca, in programma domani sul circuito moravo.

Al mattino, nella sessione di FP3 decisiva per l’accesso alle Q2, Iannone aveva ottenuto il quinto miglior tempo mentre Dovizioso aveva terminato al nono posto, e in questo modo entrambi gli alfieri del Ducati Team si erano garantiti il passaggio diretto al secondo turno di qualifica.

Dopo l’ultima sessione di prove libere (FP4), chiusa da Iannone al quarto posto con Dovizioso quinto, i due piloti italiani sono poi scesi in pista per il turno decisivo di qualifica montando la gomma posteriore morbida sulle loro Desmosedici GP15 ed hanno ottenuto i loro migliori tempi alla seconda uscita.

Andrea Iannone (Ducati Team #29) – 1’55”390 (4°)

“Ovviamente avrei preferito essere in prima fila, ma sono comunque contento per come è andata la giornata di oggi. Sarebbe stato difficile riuscire a migliorare il mio tempo perché ho spinto veramente tanto ed ero al limite, ma ho comunque cercato di tirar fuori tutto quello che potevo. L’utilizzo della gomma morbida posteriore qui non ci aiuta quanto si potrebbe immaginare e di per se non è un gran vantaggio. Adesso sarà importante trovare qualche altro decimo per migliorare il passo, che è comunque già buono se comparato a quello delle ultime gare. Per questo motivo voglio ringraziare tutti i ragazzi del team e gli ingegneri: qui stiamo soffrendo di meno, e dobbiamo continuare a lavorare per arrivare il più vicino possibile ai primi e mettergli il fiato sul collo.”

Andrea Dovizioso (Ducati Team #05) – 1’55”935 (6°)

“Sono contento di essere tornato finalmente in seconda fila perché è molto importante per domani in funzione gara. Nel giro veloce ho fatto un errore che non mi ha permesso di migliorare ulteriormente il mio tempo, ma sono contento della posizione considerando il feeling che ho con la mia moto. Non ho potuto spingere al massimo perché non riuscivo ad essere molto fluido e quindi domani mattina dovremo cercare di migliorare ancora il setting della mia GP15. Sarà una gara particolare, e bisognerà vedere quanto sarà possibile spingere, soprattutto in percorrenza di curva. I primi sono forse un po’ lontani, ma credo che potremo fare comunque una bella gara.”

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.