9 dicembre 2016

Roma, raggiunto l’accordo tra Ama e sindacati

E’ stato raggiunto in nottata l’accordo tra i vertici di Ama S.p.A. e le Organizzazioni Sindacali (Cgil, Cisl, Uil, Fiadel e Rsu) sulle strategie aziendali da mettere in campo per garantire una maggiore efficienza nei servizi di igiene urbana nella città di Roma. Tra i punti cardine dell’intesa ci sono l’incremento del personale operativo sul territorio nelle domeniche e nei giorni festivi (dal 20% al 40%), il conseguente aumento della disponibilità, in questi giorni, di officine, autorimesse e impianti e l’entrata in azione di 300 “spazzini di quartiere” già dal mese di settembre per migliorare il livello di pulizia delle strade cittadine.

L’accordo prevede anche la dislocazione di personale impiegatizio nelle sedi operative territoriali per assicurare supporto nella gestione amministrativa e per consentire di recuperare efficienza permettendo ai preposti di ogni “zona” di concentrarsi sulle attività operative. Ama e le organizzazioni sindacali hanno concordato anche sulla necessità di rivedere l’attuale regime retributivo incentrato sulle indennità per sostituirlo, con il prossimo contratto integrativo, con uno finalizzato all’efficientamento e basato su sistemi di premialità e produttività. Tra le linee future di intervento è stato previsto, infine, un programma di assunzioni di nuovi operatori per rimpiazzare quelli che andranno in pensione (“turn over”), nel rispetto delle normative vigenti.

“Con questo accordo fortemente voluto dall’assessore Estella Marino e a cui abbiamo dedicato molti mesi di intenso confronto, finalmente ritornano in campo princìpi di buona amministrazione costitutivi del primato imperativo di ‘servire Roma’. Azienda e sindacati nell’indirizzo di Roma Capitale superano la fase della conciliazione degli egoismi e della dissipazione di risorse economiche e affrontano unitariamente l’esclusivo interesse di garantire Roma pulita, all’avanguardia della raccolta differenziata e proiettata verso la totale dismissione di discariche e inceneritori. La sfida è ardua, ma l’intesa raggiunta ne è un caposaldo. Ora uniti faremo più e meglio il nostro dovere e chiederemo ai cittadini anche un loro soggettivo maggiore impegno”, dichiara il presidente di Ama, Daniele Fortini.
Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.