11 dicembre 2016

Atletica – Fabrizio Donato rinuncia ai mondiali di Pechino

 

Problemi fisici (principalmente ai tendini, ma di riflesso anche posturali) e di conseguenza impossibilità di svolgere i lavori specifici necessari: son queste le cause che stamattina hanno indotto il triplista delle Fiamme Gialle, già bronzo alle Olimpiadi di Londra, a dare forfait.

Al termine della seconda sessione di lavoro consecutiva con le scarpe chiodate, infatti, mirata proprio ad una simulazione qualificazione-finale previste nel programma mondiale di quest’anno senza il consueto giorno di recupero, il primatista italiano si è arreso all’evidenza: “Ho lavorato duro tutto l’anno, e adesso è davvero doloroso rinunciare” – spiega Donato – “ma dopo la bella prova di Coppa Europa ed il minimo sofferto ottenuto ai Campionati Italiani dieci giorni fa, ho sperato di poter sfruttare queste settimane per mettere in cantiere quei lavori indispensabili per disputare un mondiale da protagonista. Purtroppo i tendini me lo hanno impedito, ed il continuo adattamento che l’allenamento ha dovuto subire sta facendo calare anche la forma faticosamente fin qui costruita”.

“Ho sempre voluto onorare la maglia azzurra” – prosegue il pluricampione europeo indoor e outdoor -, “e la scelta difficile che ho fatto va proprio in questa direzione: so a quali valori tecnici posso ancora esprimermi, e non voglio che l’Italia schieri a Pechino la mia controfigura”.

“Da Capitano “in pectore” – conclude Fabrizio –, lasciatemi dare un abbraccio e fare un in bocca al lupo calorosissimo a tutti i miei compagni.”