10 dicembre 2016

Mondiale Superbike – Malesia, Davies la spunta alla bandiera a scacchi in gara 2

La seconda ed ultima gara del Pirelli Malaysian Round ha avuto un finale clamoroso, con Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team) capace di avere la meglio per la vittoria su Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) per soli 91 millesimi di secondo sul traguardo, grazie ad un’incredibile staccata all’ultima curva, con tanto di contatto con il rivale. Per Davies si tratta dell’ottava vittoria nel Mondiale Superbike, la quarta della stagione.

La frazione di secondo che ha consegnato il successo al gallese ha inoltre negato la certezza matematica del titolo per Rea, il quale dovrà attendere il weekend del 20 settembre prossimo a Jerez per poter avere l’ufficializzazione del titolo. Detto questo, il nordirlandese può andare in vacanza sereno, visti i 144 punti di vantaggio sul rivale. Dopo un lungo inseguimento durato tutta la gara, fatto di gap di millesimi, negli ultimi tre giri l’alfiere KRT ha chiuso il gap dalla vetta, facendo segnare un incredibile 2’05.8 al penultimo passaggio.

Il suo secondo posto garantisce a Kawasaki la conquista del titolo costruttori.

Ottima prestazione anche per Jordi Torres (Aprilia Racing Team – Red Devils), che completa il podio dopo aver mostrato un passo di gara invidiabile per tutta la durata della corsa. Per il pilota spagnolo si tratta del secondo podio in stagione e sicuramente il più meritato fino ad ora.

Quarto posto per Sylvain Guintoli (Pata Honda World Superbike), che bissa il risultato di gara 1, questa volta davanti al compagno di squadra Michael van der Mark, con Leon Haslam (Aprilia Racing Team – Red Devils), David Salom (Team Pedercini Kawasaki), Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki), Matteo Baiocco (Althea Racing Ducati) e Roman Ramos (Team Go Eleven Kawasaki a completare la top 10.

Gara da dimenticare per l’ormai ex pretendente al titolo Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), vittima di un contatto alla prima curva che lo ha relegato alla settima posizione e protagonista di un altro errore più avanti nel medesimo giro, che lo ha fatto scendere fino alla diciassettesima. L’iridato 2013 ha poi messo in piedi un forsennato recupero, salvo poi cadere durante il sesto passaggio. La corsa per Sykes si è chiusa con il quattordicesimo posto.

Fuori scena anche Max Biaggi (Aprilia Racing Team) a causa del contatto appena menzionato ed innescato da Sylvain Guintoli

Fonte: worldsbk.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5991 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.