Litorale romano – Iniziativa della Guardia Costiera per aumentare la sicurezza in mare

Dopo che nell’ultimo fine settimana di luglio si sono registrati due decessi occorsi a bagnanti nella zona di Santa Severa (Santa Marinella) e nel Comune di Fiumicino in località Fregene,  e numerosi altri sono stati i salvataggi operati da tutto il dispositivo di sorveglianza balneare dispiegato sul territorio di competenza, la Direzione Marittima del Lazio ha inteso promuovere una mirata ed incisiva azione nei confronti dei soggetti che, a vario titolo, sono impegnati in prima linea nel garantire la salvaguardia della vita umana in mare.

A tal fine, si è richiesto ed ottenuto dalle principali associazioni di operatori balneari presenti su tutto il litorale regionale, di voler prevedere un rinforzo rispetto ai requisiti minimi di sicurezza previsti dalle ordinanze di sicurezza balneare emanate dalle Capitanerie di porto di Civitavecchia, Roma e Gaeta e dai dipendenti uffici.

Nello specifico, è stato ad esempio previsto nei fine settimana di agosto un incremento degli assistenti bagnanti che possa assicurare maggiore sicurezza sia negli specchi acquei in concessione che, in tal modo, nelle limitrofe spiagge libere.

Le associazioni di categoria, i nuclei di protezione civile nonché le cooperative affidatarie dei servizi di salvamento sugli arenili liberi, così come le unità cinofile della Scuola Italiana cani di salvataggio, hanno positivamente risposto all’iniziativa assunta dalla Guardia Costiera nel coordinare le varie forze disponibili, assicurando – soprattutto negli orari di maggior afflusso e in caso di condizioni del mare particolarmente impegnative – quell’auspicato incremento di risorse per continuare a garantire ai fruitori del mare un’estate quanto più possibile serena e sicura.

Ciò non toglie, tuttavia, che si continua a fare appello sul buon senso di coloro che frequentano le spiagge laziali,  ricordando che la presenza della bandiera rossa sconsiglia la balneazione e va assolutamente osservata, così come vanno sempre seguiti alcuni semplici consigli che permettano di trascorre una giornata in mare serenamente, senza dover sfidare i saggi consigli degli assistenti bagnanti:

  • non allontanarsi in modo eccessivo dalla costa sopravvalutando pericolosamente le proprie capacità fisiche e sottovalutando le condizioni meteo in atto;
  • se ci si allontana dalla riva portare sempre con se un oggetto galleggiante ove potersi aggrappare in caso di malore o di stanchezza, ed avvisare qualcuno a riva che possa controllare;
  • bagnarsi in modo graduale onde evitare repentini cali di temperatura corporea anche dopo i pasti;
  • evitare lunghe esposizioni al sole;
  • bere molta acqua (specialmente per anziani e bambini);
  • dopo un pasto, attendere almeno 3 ore prima di tuffarsi in acqua.

In ogni situazione di pericolo e per richiedere assistenza, ricordiamo infine il numero blu per l’emergenza in mare, il 1530, chiamata gratuita che mette in contatto con la sala operativa della Capitaneria di porto più vicina.

loading...
Informazioni su Emanuele Bompadre 9575 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.