6 dicembre 2016

Roma – Ciclabile,Marino: “Pieno sostegno al progetto GRAB”

Il progetto partecipato per la realizzazione del GRAB, il Grande Raccordo Anulare delle Bici, presentato oggi, tra gli altri, da Legambiente e VeloLove, è una grande opportunità perfettamente in linea col lavoro di questa amministrazione: cambiare la mobilità urbana in modo sostenibile.

Un lavoro prezioso, quello delle associazioni e dei volontari, che ci offre l’idea di un’infrastruttura leggera, con un tracciato di 44,2 km che si snoda all’interno di Roma, da poter percorrere in bicicletta o a piedi. Una greenway, la più lunga del mondo, che attraversa parchi, aree verdi e piste ciclabili e che porterà benefici all’ambiente e alla salute, migliorando la qualità dell’aria e quindi la vita dei cittadini.

Uno strumento in più che accogliamo con entusiasmo e che conferma come sia possibile ricucire le ciclabili già esistenti, per poi proseguire con i nuovi tracciati, così da restituire ai romani e alle romane spazi urbani da vivere in maniera sicura e all’insegna della sostenibilità.

Ho già sentito il ministro Delrio e siamo in perfetta sintonia: Roma farà la sua parte per offrire tutto il supporto necessario alla realizzazione dell’anello ciclopedonale”.

Così in unanota il sindaco di Roma Ignazio Marino, in linea con le dichiarazione dell’assessore Caudo: “Nel progetto GRAB, Grande raccordo anulare delle bici, presentato oggi da Legambiente e Velolove insieme a molte altre associazioni ambientaliste, si esprime una forte consonanza con la visione e con il programma che la giunta di Ignazio Marino sta mettendo in atto, sulla base degli impegni presi con gli elettori, attraverso le sue politiche di trasformazione urbana: non consumo di territorio ma rigenerazione. Il valore di GRAB è soprattutto nel disegnare un rapporto, semplice nella realizzazione e complesso nei risultati,  tra lo spazio di prossimità e la Roma “Grande formato” capace di connettere storia e culture, sviluppo della rete ciclabile, greenway e greenjobs, valorizzazione del patrimonio archeologico e storico ambientale, architettura contemporanea e innovazione. È il tipo di ricucitura urbana che i cittadini di Roma, oltre-Gra e intra-Gra, chiedono a gran voce perché risponde al bisogno di mutamenti soft espresso in tutte le conferenze urbanistiche municipali. Abbiamo  già dato ai proponenti la disponibilità a sostenere GRAB nel dialogo con i territori dei Municipi per farlo diventare ancora di più un progetto fortemente partecipato e che sperimenta anche a Roma un approccio alla pianificazione del tipo community-based”.

About Emanuele Bompadre 8249 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.