3 dicembre 2016

Poli – Arrestata un intera famiglia per truffa e documenti falsi

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Palestrina e della Stazione di Poli hanno arrestato un intero nucleo familiare residente nel piccolo centro prenestino – una donna di 67 anni, suo marito di 79 anni e il loro figlio 42 anni – con l’accusa di fabbricazione di documenti falsi e truffa aggravata.

Agli arresti, i Carabinieri sono giunti a seguito degli accertamenti scattati subito dopo una rapina messa a segno a Roma, in via di Torre Spaccata, commessa qualche ora prima dal 42enne ai danni di una ragazza romena, alla quale aveva strappato con violenza la borsa scappando a bordo di uno scooter.

I Carabinieri hanno seguito il segnale GPS attivo sul telefono cellulare della vittima, contenuto nella bosa rubata, fino all’abitazione di Poli dove, oltre alla refurtiva appena rubata, hanno scoperto una vera e propria base per la fabbricazione e la stampa di documenti falsi di ogni genere: in una stanza, infatti, erano stipati computers con centinaia di identità rubate ad ignari cittadini realmente esistenti, scanner, timbri del Comune di Roma, carta specifica per la stampa dei falsi, pratiche di finanziamenti illecitamente ottenuti ed altre per finanziamenti con istruttorie ancora in corso, documentazione relativa all’apertura di conti correnti su cui venivano versati i soldi provento delle truffe, numerose carte di credito.

Tutto il materiale è stato sequestrato e sono immediatamente scattati gli accertamenti finalizzati a ricostruire la rete di truffe operate dalla famiglia di falsari.