Il Piccolo Bellini di Napoli ospita Nella Casa del Teatro

Il Piccolo Bellini di Napoli ospita Nella Casa del Teatro, la rassegna organizzata da NCT (Nuovo Circuito Teatrale) – coordinamento campano e che comprende quattro diversi appuntamenti. Il 21 novembre dalle ore 15 alle ore 19 al Sottopalco, il caffè letterario del teatro, si terrà “Quando sarai grande”, un incontro aperto a tutti e gratuito, in cui gli artisti e le compagnie giovani e indipendenti potranno discutere di alcune problematiche fondamentali del teatro confrontandosicon esperti del settore.

Il 22 novembre e il 6 e 7 dicembre, alle ore 21:15, al Piccolo Bellini andranno in scena tre spettacoli teatrali.

Dopo Nomi Cose Teatri del 2016, per l’edizione di quest’anno NCT, in accordo con il luogo in cui si svolge la rassegna, sceglie ancora una volta di giocare con il suo acronimo.

Nella Casa del Teatro – Incontro al Sottopalco

QUANDO SARAI GRANDE – 21 novembre dalle ore 15 alle ore 19

modera Roberta D’Agostino (giornalista Il Roma, My Dreams)

Interventi:

Beatrice Baino (Mestieri del Palco) – Fundraising e amministrazione

Ilaria Delli Paoli e Rosario Lerro (Teatro Civico 14/Spazio X) – Gestire uno spazio teatrale

Anna Gesualdi (Direttore artistico Altofest) – Costruire un festival

Enrico Parolisi (Direttore Livenet) – Comunicare sui social

Giovanni Petrone (Le Nuvole) – Teatro e Turismo

Rosalba Ruggeri – Ufficio stampa e curatela

Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni, ma come si imbastiscono i sogni?

Quando sarai grande è un incontro, un momento di condivisione. Ci rivolgiamo a chi sta facendo il primo passo verso il mondo del lavoro teatrale, a chi è in quel delicato momento di passaggio verso la professionalizzazione. L’invito a partecipare si estende a chi fa già parte del mondo teatrale, ma vuole rafforzare le proprie competenze in un determinato ambito.

Quando sarai grande è una tavola rotonda, con interventi di professionisti sulle principali tematiche e “problemi” del Teatro, come la comunicazione, gli aspetti amministrativi, la distribuzione e il fundraising. Senza mettersi in cattedra, ma parlandone insieme, con la possibilità di porre direttamente le domande ai nostri ospiti.

Nella Casa del Teatro – Gli spettacoli al Piccolo Bellini

COME UNA BESTIA! – 22 novembre ore 21:15

con Antonio Perna

regia Orazio De Rosa

produzione Baracca dei Buffoni

scenografia Francesco Rivista

costumi Teresa Papa

Liberamente tratto da: Sei una bestia Viskovitz! di Alessandro Boff

COME UNA BESTIA è un tour de force di comicità e intelligenza, dove il gergo scientifico diventa invenzione linguistica, la battuta aforisma. Attacchi folgoranti danno vita a intrecci pieni di sorprese, che spaziano dalla gag comica al western, dall’assurdo al blues. Sono favole ironiche che illuminano un mondo in cui si fatica a essere animali e si finisce per diventare bestie.

TRITTICO o della Semplicità del Male – 6 dicembre ore 21:15

liberamente tratto da Amleto, Otello, Macbeth e Re Lear di W.Shakespeare

con Emilia BonomiCiro EspositoLaurent GjeciSimona PerroneLuigi Maria RausaStefano RossiSalvatore Veneruso

regia e adattamento drammaturgico Valentina Carbonara

Ncurunat’ (il lavoro su Macbeth di W.Shakespeare presente in Trittico) è vincitore di

Fantasio 2016 – Festival Internazionale di Regia

produzione EstroTeatro / Esposti partner del progetto Morks, Fantasio Festival Internazionale di Regia con il sostegno di Fondazione Caritro – Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto 

Trittico o Della Semplicità del Male è un lungo rituale, sacro e profano, verso l’estasi. Non c’è finzione, l’attore viene qui e ora per raccontare una storia, per offrire il suo corpo e la sua voce a un personaggio, facendosi tramite. Ma i personaggi non sono liberi, sono costretti a rivivere costantemente la loro tragedia senza possibilità di scampo. E così gli attori che li portano in scena. Esiste un modo per fermare questo “Grande Meccanismo”?

I versi delle grandi tragedie di Shakespeare, alti e bellissimi, riescono a raccontare l’orrore e il nero che è dietro l’angolo e dentro il quale chiunque può precipitare in un attimo. E forse è per questo che Trittico va in scena, per restituire al teatro la sua antica forza catartica: guardare il male e capire com’è semplice.”

SIN AIRE – 7 dicembre ore 21:15

con Giovanni Granatina, Sara Scarpati, Maria Teresa Vargas

drammaturgia Luigi Imperato e Silvana Pirone

ideazione e regia Silvana Pirone

produzione Nostos Teatro e Morks

SIN AIRE è un racconto per immagini, corpi che parlano d’amore, di possesso, di violenza. Il tempo rappresenta uno degli elementi più importarti: nei movimenti ripetuti degli attori, nel ritmo dei gesti, nell’ineluttabile fine a cui lo spettacolo e la vita stessa vanno incontro. Destino di morte e vita insieme, d’amore e d’ombra, di attimi che scorrono e di un tempo perenne che si ferma.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 10142 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*