MotoGp, Australia: piazza d’onore per Rossi

Valentino Rossi: animale da gara, e ancora una volta è stata confermata questa tesi. I veloci curvoni di Phillip Island sono terreno adatto alle sfide più epiche del MotoGP™ e la sedicesima gara della classe regina è la più bella della stagione 2017. Qui il nove volte campione del team Movistar Yamaha diventa il protagonista chiudendo la corsa australiana al secondo posto. Ormai i giochi in campionato sono fatti, Rossi è escluso dalla corsa al titolo ma in carreggiata per il terzo posto, occupato dal compagno di box Maverick Viñales, oggi dietro. Il crescendo di prestazioni dalle prime libere alla bandiera a scacchi è la costante nella leggendaria storia sportiva di Valentino ma ancora una volta, anche questa volta, sorprende ed emoziona.

Arrivato alla Q2 dalle prime qualifiche, Rossi inizia la gara dalla settima posizione ma l’avvio è dei migliori e il pesarese è tra i protagonisti dei molteplici duelli che si consumano sull’asfalto australiano. Conto Johann Zarco (Movistar Yamaha MotoGP), contro Andrea Iannone (Suzuki Ecstar), nuovamente tra i primi e non fa sconti al connazionale pluricampione, e con Marc Marquez (Repsol Honda). Proprio il leader iridato vince in relativa tranquillità a causa della resa dei conti finale tra le moto di Iwata nella quale prevale proprio Rossi davanti a Viñales.

“È stata una gara fantastica, bellissimo”, dice Rossi. “Una classica di Phillip Island. Penso che ne sia valsa la pena per chi si è svegliato presto in Europa per vederla. Sono molto contento ed è un risultato importante che arriva dopo un periodo difficile per me che mi sono rotto la gamba e mi sono fatto male alla spalla. È un risultato importante per il nostro team e anche per la Yamaha perché nelle ultime prove abbiamo sofferto e oggi abbiamo messo due moto sul podio; è bello”.

Una gara combattuta, con contatti ripetuti e manovre al limite; Rossi commenta: “Negli ultimi tempi il livello di aggressività si è alzato tanto e il gioco è diventato un po’ più duro; però è così, sono le regole; è un po’ più pericoloso e ma da vedere secondo me è bello”. Valentino prosegue con il commento sull’ardore in pista. “Se è come oggi va bene, bisogna solo non esagerare. Negli ultimi giri mi sono divertito moltissimo”.

Rossi termina con un commento su Sepang, tappa del prossimo GP tra pochi giorni, “Non pensiamo che saremo sicuramente competitivi, in questa stagione abbiamo fatto delle grandi gare e quella successiva poi abbiamo successo. Sarà una gara impegnativa per le gomme e per i piloti, speriamo di fare un bel lavoro”.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9896 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*