Crescono le Vittime della “Sostituzione di persona online”: ecco cosa fare e come comportarsi

Il mondo corre ad altissima velocità. Ogni anno escono nuove tecnologie ritenute impensabili fino a un decennio fa, e le persone si connettono sempre più tra loro grazie alla diffusione della fibra ottica e degli smartphone 3G. Qualche anno fa l’idea di poter contattare quotidianamente un familiare o un amico distante decine di migliaia di chilometri era pura fantascienza, oggi invece, tutto questo rappresenta la normalità. Ovviamente il principale responsabile della digitalizzazione globale è il progresso tecnologico, che ha subito una enorme impennata con la nascita di Internet.
Da quando c’è stato il boom di internet, e dei social network nello specifico, il mondo ha smesso di esistere per come lo conoscevamo. Un tempo si parlava di globalizzazione economica, ma oggi il fenomeno pare si stia allargando su altri confini, coinvolgendo a tutto tondo la sfera sociale, informativa e comunicativa degli abitanti del nostro pianeta. Il progresso però ha portato anche alla nascita di fenomeni ed insidie inedite per le vecchie generazioni, i cosiddetti “pericoli della rete”.
Purtroppo è davvero minima la percentuale di navigatori del web realmente informata su insidie di internet come il “Furto di identità online” e la “Sostituzione di Persona online”. Questo perché le istituzioni stesse non sono ancora riuscite ad innovarsi facendo la giusta informazione, educando la popolazione e garantendo un adeguato livello di sicurezza. Ecco perché abbiamo voluto creare un articolo di approfondimento che riguarda appunto uno dei pericoli più frequenti, che colpisce soprattutto i più giovani: la Sostituzione di Persona.

Cos’è la Sostituzione di persona online?

Vi è mai capitato di scoprire account fake su facebook o altri social con foto saccheggiate qua e la da altri profili? Ecco, la sostituzione di persona è appunto questo: fingersi qualcun altro per ottenere vantaggi, guadagni o qualunque tipo di utilità, ovviamente senza che la vittima ne sia consapevole.
Ovviamente si tratta di un REATO PERSEGUIBILE PENALMENTE, che a secondo della gravità dei casi può portare fino ad un anno di reclusione.
In genere la sostituzione di persona avviene attraverso l’utilizzo non autorizzato di nominativi e foto, e spesso tale fenomeno si verifica nei social, ma soprattutto nelle chat.
Lo confermano i dati raccolti dal Network Emade Chat, di cui fanno parte alcune delle chat senza registrazione più frequentate d’Italia come 5Chat, Digichat e Chatinsieme.it.
Nel primo semestre del 2017, le segnalazioni da parte della polizia postale sono state ben 42, con una crescita del 35% rispetto all’anno precedente e addirittura del 47% rispetto al 2015.

Vittime della Sostituzione di persona? Ecco Cosa fare!

Ma cosa fare se ci si accorge che qualcuno ha rubato vostre foto, o se un utente sconosciuto si spaccia per voi ingiuriando o peggio diffondendo i vostri dati personali?

Ovviamente la cosa da fare è sporgere denuncia alla polizia postale. Potete farlo recandovi all’ufficio del vostro comune oppure online visitando l’apposito sito web. Ad esempio se qualcuno ha inserito il vostro numero di telefono in una chat, e vi arrivano strane telefonate, non perdete tempo cercando di mettervi in contatto con i gestori del sito. Quest’ultimi, per legge, non possono aiutarvi fino a quando non saranno sollecitati dalla polizia. Pertanto sporgete subito denuncia; successivamente saranno i funzionari di polizia a mettersi in contatto con i gestori ed avviere le indagine per risalire al responsabile tramite l’indirizzo IP.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*