Sbk, Lowes e Van der Mark riflettono sul round di Imola

Alex Lowes ha svolto una grande prestazione domenica in Gara2 al Motul Italian Roun, ha raccolto buoni punti con il sesto posto e lascia Imola ancora nella top 5 generale dietro alle due Kawasaki e alle due Ducati ufficiali.
Il suo compagno di squadra nel Pata Yamaha Official WorldSBK Team Michael Van der Mark ha invece concluso nono domenica, ed è settimo in campionato.
Gara2 è stata fermata da una bandiera rossa dopo solo un giro e nella nuova gara di 18 lunghezze Lowes è stato determinato con la sua Yamaha YZF-R1. L’inglese era settimo in gara e quando è caduto Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) ha recuperato una posizione. Dopo aver guadagnato un posto in più con l’errore di Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati)  ha concentrato tutti i suoi sforzi per raggiungere Xavi Fores (BARNI Racing Team) in quarta posizione e al quinto giro, curva 13 è andato largo, rientrando in settima piazza dietro al suo compagno di squadra Van der Mark.
I piloti Yamaha hanno poi lottato tra loro e Lowes ha recuperato la sesta posizione al decimo giro e ha poi guidato al massimo per accorciare il distacco dai piloti che lo precedevano, ma la sua gara si è conclusa nella medesima posizione.
Lowes ha commentato, “In generale sono contento di questo risultato perché il weekend è stato veramente duro. Non abbiamo avuto un ritmo molto forte dalla prima sessione, quindi questo è tutto quello che ho potuto ottenere. Ho fatto il meglio che potevo con quello che avevo e la squadra ha lavorato veramente sodo questo fine settimana, ma non avevo il giusto feeling per poter essere fiducioso. È stata una gara difficile. Mi sono divertito alla fine perché c’era un po’ di bagarre e sono riuscito ad allontanarmi dal gruppo. Sono contento e non vedo l’ora di tornare a casa mia a Donington”.
Il suo compagno di squadra van der Mark è partito dalla quarta casella della griglia, ma ha perso qualche posizione in griglia, a favore di Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) e ha poi lottato con Jordi Torres (Althea BMW Racing Team) e ha tagliato il traguardo a due decimi dallo spagnolo.
“Abbiamo faticato molto durante la gara”, ha dichiarato Van der Mark su Gara 2. “Pensavo che avessimo fatto un grande passo avanti nel warm up, ma in gara non ha funzionato davvero. È stata una gara difficile ed è stato difficile essere costanti. Sapevamo che sarebbe stato difficile, ma speravo di aver fatto un grande passo avanti. Dobbiamo essere contenti con i punti ottenuti e guardiamo a Donington, che si adatta meglio alla nostra moto”.
Fonte: worldsbk.com

(Visited 7 times, 1 visits today)

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9860 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*