Rana Plaza Couture, a photographic project: ricordare e riflettere



 

Lo scorso 24 aprile ricorreva l’anniversario della strage del Rana Plaza a Dacca, in Bangladesh. A quattro anni dalla catastrofe avvenuta all’interno dell’edificio commerciale che ospitava le fabbriche tessili di alcuni marchi del Fast Fashion e crollato nel 2013 provocando la morte di 1.130 persone, il fotografo Mimmi Moretti presenta Rana Plaza Couture e con una delle foto del progetto ottiene la Honorable Mention per la categoria “Advertising, Self-promotion” all’International Photography Awards (IPA) del 2016.

Oltre che dalla foto vincitrice del titolo e usata nel 2016 per la campagna social #NOTTOFORGET 2016, come si legge su Marie Claire (24 aprile 2016) e pubblicata in occasione dell’intervista a Livia Firth, il progetto Rana Plaza Couture è costituito da una serie di altri scatti inediti.

Quello che dal nome può sembrare il nuovo marchio di un’azienda dell’haute couture, è invece un progetto fotografico che vuole usare il linguaggio patinato della moda per ricordare e soprattutto per riflettere sull’incidente in cui persero la vita oltre mille persone, mentre lavoravano nella fabbrica di abbigliamento di Savar.

Un immaginario brand della moda, attraverso una finta campagna pubblicitaria, vuole puntare il dito non tanto contro l’industria del Fast Fashion in generale, ma contro chi mira ad ottenere grandi profitti a scapito di altri esseri umani abusando della loro debolezza.

Nelle foto, la modella Marisa Tkachova è ritratta dall’obiettivo di Mimmi Moretti nelle vesti della Morte sopra un cumulo di detriti, macerie e brandelli di vestiti. Per non dimenticare quanti hanno perso la vita e quanti ancora lavorano, per un guadagno esiguo e spesso assolutamente sproporzionato rispetto alle ore di lavoro, all’interno di strutture fatiscenti Mimmi Moretti utilizza il solo linguaggio che egli conosce per esprimersi e per emozionare, la fotografia, ed insieme ad esso, quello che è il linguaggio che case di moda e consumatori condividono: lo shooting fotografico.

Una mostra interamente dedicata al progetto è in cantiere, mentre Mimmi Moretti ha già esposto alla Galleria d’arte Neoclassica di Milano durante l’edizione 2017 del Fuori Salone e al MIA PHOTO FAIR di quest’anno.

BIOGRAFIA 

Domenico Moretti, in arte Mimmi, classe 1966, è nato in Sicilia, a Catania. Pochi mesi dopo, la famiglia si trasferisce a Parigi. Ed è proprio nella capitale francese che inizia la sua formazione culturale e fotografica. Grazie ad uno zio, inizia a scattare foto e a familiarizzare con la camera oscura. All’età di 20 anni comincia a lavorare come fotografo freelance, collaborando con diverse riviste.  

Nel 2014 ha esposto per la prima volta le sue fotografie in una mostra collettiva a Londra, presso la Royal Opera Arcade Galley, con il progetto Dolls Vices. Ama variare soggetti e temi, con una predilezione, però, per l’architettura industriale e in particolare per tematiche dal forte impegno sociale, probabile influenza degli studi umanistici che aveva intrapreso da ragazzo. Lo distingue una particolare carica poetica che ritroviamo in tutti i suoi progetti fotografici.

Tra questi, Alberi è stato scelto per la sezione “Proposte Mia” della famosa fiera internazionale di fotografia. Gli scatti del progetto fotografico sono stati quindi esposti alla scorsa edizione del Mia Photo Fair, a Milano dal 10 al 13 marzo 2017. 

Mimmi Moretti è stato anche scelto dalla rivista Left per occuparsi nella settimana dal 12 al 18 dicembre della gestione del profilo Instagram del magazine, nell’ambito del progetto curato da Francesca Fago e volto alla promozione di nuovi talenti fotografici. Diversi sono i titoli vinti e le occasioni in cui ha esposto le sue fotografie, attraverso fiere, premi e mostre.

Esposizioni
2015 CATS Arte Padova Fiera
2015 Esposizione Reception Award, Louvre – Parigi
2015 Archivio di Stato, Campo dei Frari – Venezia
2015 RomArt Biennale Internazionale Arte e Cultura – Roma
2014 Scope Art Miami – SeeMe Spazio Espositivo
2014 Galleria Royal Opera Arcade – Londra
2014 Asab One – Milano

Premi
2016 Vincitore 3 ° posto IPOTY Internazionale Photographer of the Year
2016 Finalista Foto Le plus grand concours du monde
2016 Vincitore 1 ° posto ND Premi
2016 Nomina 11 ° Spider Awards
2016 Vincitore Menzione d’Onore IPA internazionali Photography Awards
2016 Finalista CODICE MIA Premi
2016 Vincitore Menzione d’onore MIFA Moscow International Photo Awards
2016 Vincitore Menzione d’onore 9 Color Awards internazionali
2015 Nomina 10 ° Spider Awards
2015 Vincitore Menzione d’onore IPOTY Internazionale Photographer of the Year
2015 Finalista Photissima Art Prize Venezia
2015 Finalista Premio RomArt
2015 Vincitore Menzione d’onore 8 Color Awards internazionali
2014 Vincitore Bronze Award Loupe International Awards
2014 Finalista Premio Celeste
2014 vincitore del concorso LoveYourPix
2013 Finalista Foto Le plus grand concours du monde  

www.mimmimoretti.com

info@mimmimoretti.com

https://www.instagram.com/mimmi_moretti/

https://www.facebook.com/mimmimoretti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.