Recenti sviluppi nella gestione attiva dei crediti deteriorati e sub-performing: key players a confronto

turismo



L’avv. Mario de Bellis, promotore e membro del comitato scientifico del Napoli NPL Conference, sottolinea come la terza edizione rappresenta la conferma che l’evento è ormai un appuntamento fisso per tutti gli operatori del settore, che, entusiasti della location e dell’organizzazione, accorrono in numero sempre crescente sul lungomare partenopeo per discutere ed approfondire le tematiche e le novità del mondo dei crediti deteriorati.

Il titolo “Recenti sviluppi nella gestione attiva dei crediti deteriorati e sub-performing: key players a confronto” è molto accattivante e sicuramente consente una discussione a 360° di tutte le tematiche del mondo degli NPL – UTP.

Il programma è ricco di spunti interessanti: tre Key note di personaggi di spicco, 6 panel che abbracciano le tematiche attuali e più accattivanti.

Sfida ambiziosa

L’evento si pone quest’anno l’ambiziosa sfida di discutere e delineare gli scenari futuri nella gestione degli NPE, partendo da un’attenta analisi del mercato secondario e dell’importanza della valutazione dei crediti in fase di Stage 2. Il tutto senza dimenticare i riflessi che le scelte finanziarie hanno sull’economia reale ed in particolare sulle aziende, anche alla luce della recente riforma del codice della crisi d’impresa ed insolvenza.

Infine, una grande sorpresa: nel corso del convegno sarà distribuito un numero speciale di Gazzetta Forense interamente dedicato al Napoli NPL Conference, con interventi e riflessioni degli esperti del mondo del recupero crediti bancari.

 

L’avv. Ugo Chirico

 

 

L’avv. Ugo Maria Chirico, promotore e membro del comitato scientifico del Napoli NPL Conference, evidenzia che quest’anno l’evento si pone l’ambiziosa sfida di discutere e delineare gli scenari futuri nella gestione degli NPE, partendo da un’attenta analisi del mercato secondario e dell’importanza della valutazione dei crediti in fase di Stage 2. Il tutto senza dimenticare i riflessi che le scelte finanziarie hanno sull’economia reale ed in particolare sulle aziende, anche alla luce della recente riforma del codice della crisi d’impresa ed insolvenza.

Protagonisti come sempre l’Università Federico II di Napoli e i principali stakholder del mondo bancario e finanziario italiano. Il Convegno, ricorda, si pone altresì l’obiettivo di verificare lo stato di salute dell’industria degli NPL e dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale nel mondo delle legal factories e del recupero crediti, nonché dell’esecuzioni mobiliari ed immobiliari ad un anno dall’entrata in vigore della riforma Cartabia.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Recenti sviluppi nella gestione attiva dei crediti deteriorati e sub-performing: key players a confronto

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 28525 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.