Roma, Piazza dei Cinquecento: la nuova porta della città

Roma



Gruppo Fs e Roma Capitale hanno presentato oggi i progetti che si sono classificati ai primi cinque posti della graduatoria del concorso di progettazione per la riqualificazione urbanistica e funzionale del nodo di Termini e di Piazza dei Cinquecento, bandito a dicembre 2020 dal Gruppo FS Italiane – con le sue società Grandi Stazioni Rail, FS Sistemi Urbani e Rete Ferroviaria Italiana – insieme a Roma Capitale e con il supporto tecnico dell’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia.

Sede dell’evento, il padiglione del Mattatoio di Roma

Sede dell’evento, il padiglione del Mattatoio di Roma, dove, dal 6 settembre, è allestita la mostra fotografica Parallel Lines di Luigi Filetici, una ricerca visiva sui principali scali ferroviari della Capitale.

I maggiori obiettivi del concorso sono il conseguimento della piena integrazione della stazione Termini nel contesto urbano riqualificando lo spazio pubblico, la trasformazione della stazione in un efficiente hub della mobilità integrata in coerenza con gli indirizzi del PUMS, la creazione di connessioni ciclopedonali sicure e continue e la razionalizzazione delle linee del Trasporto pubblico locale ottimizzandone la presenza sulla Piazza.

Il secondo grado del concorso si è concluso lo scorso 18 giugno con la pubblicazione della graduatoria provvisoria dei cinque team finalisti e nelle prossime settimane si provvederà all’aggiudicazione definitiva dopo il completamento delle verifiche amministrative e dei requisiti richiesti dal bando.

Al primo posto la commissione  ha selezionato il progetto del team formato da TVK SARL, IT’S srl, ARTELIA Italia spa, NET Engineering spa, Michela Rustici e Latitude Platform for Urban Research and Design.

Al secondo posto il progetto del team composto da Minnucci Associati srl, Progettazione Ambiente e Tecnologie srl, Studio Vitale Russo – Servizi di Ingegneria srl e Zmyrna Limited.

Terzo il progetto di Studio Martini Ingegneria srl, Open Project srl, Architetto Andrea Nonni, Bureau B+B e Architetto Dario Curatolo.

Al quarto posto lo Studio Giovanni Vaccarini Architetti.

Quinto posto per il progetto degli architetti Gianluca Vosa, Raffaella Napolano, Vanna Cestarello e Luigi Emanuele Amabile.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Emanuele Bompadre 13536 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.