Collot, PaP: “Creiamo un nuovo modello per le persone e non per le aziende, costruiamo Bologna Città Pubblica”

bologna



Una foto di ieri, per la seconda tappa delle assemblee pubbliche organizzate nei diversi quartieri dai nostri tavoli tematici.
“Pubblico o privato, chi decide sulla città” è stato ospitato dal centro sociale Villa Paradiso in quartiere Savena.
Con Corrado Oddi del Coordinamento Regionale Comitati Acqua Pubblica abbiamo ripercorso la lotta del referendum di 10 anni fa sull’acqua pubblica, vinto ma disatteso, e delle possibilità che si aprono ora che a fine anno andrà a scadenza la concessione a Hera per il servizio idrico: un momento favorevole per riaprire la battaglia sull’acqua come bene pubblico e non come una merce su cui fare profitto.

Servizi fondamentali

Gabriele Bollini ha continuato il discorso sugli altri servizi fondamentali, dalla luce al gas allo smaltimento rifiuti… e che devono tornare a essere beni pubblici, a gestione pubblica per l’interesse del pubblico, così come devono essere gli spazi pubblici dismessi, a partire delle ex-caserme, come abbiamo ricordato con forza tre giorni riaprendo la Sani.
È seguito un vivo dibattito, in cui ha colpito tutti l’intervento della compagna Daniela, un vero e proprio dossier storico su tutte le privatizzazioni portate avanti negli ultimi 10 anni dalle due giunte Merola: dai servizi con Hera ai trasporti con Tper, fino alla creazione di fondazioni e istituti per facilitare l’ingresso dei privati in strutture che prima erano completamente comunali, come la Cineteca o l’Urban Center (oggi diventato Fondazione Innovazione Urbana).

Progetto complessivo

Per tenere insieme tutti questi punti serve un progetto complessivo che rompa con il paradigma di privatizzazione della città degli ultimi 10 anni, in cui il candidato Lepore è stato pienamente coinvolto come assessore, e di cui non possiamo dimenticarci oggi solo perché indossa una mascherina rosa.
Creiamo un nuovo modello per le persone e non per le aziende, costruiamo insieme Bologna Città Pubblica!

var url188136 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1149&evid=188136”;
var snippet188136 = httpGetSync(url188136);
document.write(snippet188136);

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21882 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.