PaP Livorno: “Moby Prince, 30 anni di omertà”

moby prince



30 anni sono un lasso di tempo lunghissimo per cercare qualcosa. Eppure la verità e la giustizia ancora non si trovano su quanto accadde quella notte del 10 aprile 1991 nella rada del porto di Livorno.
Certo, sappiamo molto, sono state fatte molte ipotesi realistiche su quanto possa essere successo, ma non si è mai giunti a prove certe e ci troviamo oggi, oltretutto in zona rossa per il Covid, a dover per il secondo anno consecutivo, riflettere da soli su quanto accadde senza poter neanche svolgere quel corteo che ogni anno ci richiamava forte alla mente le responsabilità mai addossate per quel tragico evento dove morirono 140 persone a poche miglia dalla terraferma.

Commissioni parlamentari

Continuano le richieste di commissioni parlamentari, di riapertura delle indagini, ma dall’altro versante l’omertà di chi sa, resta ferma e immobile con tutto il macigno che porta con sé un tale sapere.
Da parte nostra resta la rabbia per questo lunghissimo silenzio, ma anche la massima vicinanza verso chi ancora oggi, dopo 30 anni aspetta Verità e Giustizia per 140 morti!

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22074 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.