Lezzi: “Si comportano come se a Taranto non ci fosse lo stato di diritto”

lezzi



Arcelor Mittal ha licenziato un operaio perché questi aveva condiviso un post in cui invitava alla visione della fiction “Svegliati amore mio” con Sabrina Ferilli.
La fiction ha raccontato la storia di una madre che abita in una città dominata da un’acciaieria la cui figlia è colpita da una malattia oncologica.
Alla notizia della sospensione di alcuni operai da parte di Arcelor, rei di aver condiviso sui loro profili social osservazioni e pensieri sulla storia in programmazione, alcuni parlamentari, tra cui anche io e altri colleghi, hanno presentato interrogazioni ai ministri competenti ma Arcelor, con l’arroganza dei protetti, ha ignorato queste azioni come ha ignorato le rimostranze del sindacato USB che aveva immediatamente denunciato l’accaduto.

Triste pratica

Gli amministratori di Arcelor hanno utilizzato una deprecabile quanto triste pratica di punirne uno per dare una lezione a tutti. Una lezione da cui si pretende dagli operai il silenzio, l’omertà e la rinuncia ai propri diritti costituzionali.
Si comportano come se a Taranto non ci fosse lo stato di diritto.
Questo è il soggetto con cui sta trattando il Governo. Un soggetto che, anziché preoccuparsi delle manutenzioni da fare come denunciato dai sindacati, licenzia gli operai. Operai che solo un paio di giorni fa hanno nuovamente rischiato la vita sul posto di lavoro a causa di un terribile incidente che ha provocato un’esplosione e un incendio.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22075 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.