Fratoianni: “Una buona notizia”

fratoianni



Così l’onorevole Nicola Fratoianni sulla sua pagina Facebook:

A seguito di approfondite indagini, la Procura di Milano ha chiesto una condanna per le piattaforme on line per la distribuzione e la consegna di cibo, a 733 milioni di euro di ammende e ad assumere come lavoratori subordinati 60.000 rider, che fino ad oggi venivano trattati come lavoratori autonomi.

Diritti basilari non rispettati

Come accertato dalla procura, le aziende non rispettavano i diritti più basilari dei lavoratori e avevano un comportamento da “caporali digitali”.
Adesso saranno costretti ad assumere i lavoratori, che come giustamente sottolinea il Procuratore Greco, sono cittadini, non schiavi.
Un solo appunto: è un vero peccato che ci sia arrivata la magistratura prima della politica. Tra i pochi ad essersi occupati del tema (ormai da tempo) sono Marco Grimaldi, nostro consigliere regionale del Piemonte, e Federico Martelloni, cosigliere comunale a Bologna.
A livello nazionale, invece, ingialliscono proposte che non sono state prese in considerazione.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22073 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.