Roma, ambiente: approvata riqualificazione del parco di Monte Ciocci

parco Monte Ciocci



Approvata con una delibera di Giunta la riqualificazione del parco di Monte Ciocci, grande area verde situata nel quadrante Nord-Ovest della Capitale. Per le operazioni, come previsto dal progetto esecutivo, l’amministrazione ha già stanziato circa 100mila euro (99.900 euro).

Il piano di rigenerazione

Il piano di rigenerazione prevede la cura delle aree verdi del parco ed il restauro degli edifici vandalizzati, come il cosiddetto “casotto”, un piccolo edificio nell’area giochi del parco con bagni e un bar, mai utilizzato prima d’ora. Questa struttura sarà completamente rinnovata, grazie alla riparazione delle parti danneggiate e alla sostituzione del tetto. Verrà poi realizzato un nuovo cancello in ferro zincato e saranno riparati alcuni giochi e i corrimano lungo il percorso che porta al belvedere. In questa zona sarà poi messa in sicurezza e ripristinata la pavimentazione della fontana.

La cura del verde

Per ciò che riguarda la cura del verde, sarà ripristinato l’impianto di irrigazione e quello di recupero dell’acqua della fontanella. Le ditte si occuperanno poi di effettuare opere di ingegneria naturalistica e di mettere a dimora piante aromatiche, arbusti e un prato nella collina artificiale per lo scivolo. Nell’area giochi, infine, saranno effettuate le necessarie potature e la bonifica della vegetazione.

Le parole di Laura Fiorini

“Con questo programma di interventi vogliamo restituire ai cittadini romani un parco molto amato, da decenni lasciato nel degrado e più volte vandalizzato. Si tratta di un passo in avanti nel grande programma di recupero delle aree verdi di quartiere, di cui Roma è fortunatamente ricca”, ha spiegato l’assessora alle Politiche del Verde Laura Fiorini.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.