Nettuno, picchia la madre e la manda in ospedale: fermato figlio violento

tre notti



In particolare, nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato a Nettuno un cittadino romeno 31enne, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.

In preda ai fumi dell’alcol

L’uomo, in preda ai fumi dell’alcool, aveva appena aggredito con violenza sua madre, picchiandola selvaggiamente per futili motivi – dapprima in strada, alla presenza di testimoni, e poi in casa – tanto da costringerla a farsi medicare presso il pronto soccorso dell’ospedale di Anzio, da dove poi – in serata – veniva dimessa con una prognosi di 10 giorni per un trauma cranico e varie escoriazioni.

Il tempestivo intervento dei Carabinieri, oltre ad evitare più gravi conseguenze, ha permesso di appurare che in quella casa – da mesi – si consumavano costantemente aggressioni ad opera del 31enne con insulti, minacce e sputi, l’ultima delle quali – unica denunciata – era avvenuta nella serata precedente.

Vittima, oltre all’anziana madre, anche il fratello del 31enne, entrambi esasperati dalla situazione e costretti a vivere nel costante timore dell’ennesima aggressione, magari aggravata dallo stato di ebbrezza.

La ricostruzione degli eventi ha spalancato le porte del carcere di Velletri al giovane romeno, che ora attende le determinazioni dell’autorità giudiziaria.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.