Ostia, continua minacce alla madre per acquistare cocaina: arrestato un uomo



L’ennesima lite con la madre dovuta alla richiesta di soldi per acquistare cocaina. La donna, esausta per le minacce del figlio, ha chiamato la Polizia di Stato ed immediatamente sul posto sono arrivate pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Toscana e del commissariato di Ostia, diretto da Eugenio Ferraro.

Secondo lui la madre non voleva restituirgli i soldi in prestito

Ad attenderle in strada c’era proprio F.P., il quale ha riferito di aver litigato con la madre in quanto le aveva precedentemente prestato dei soldi per ristrutturare casa e lei, a suo dire, si rifiutava di restituirglieli.

Diversa la storia raccontata dalla donna: il figlio le chiedeva tutti i giorni soldi per acquistare la cocaina e al suo rifiuto odierno lui aveva dato in escandescenza iniziando a minacciarla e a distruggere suppellettili, tanto da spaventarla e farle chiedere aiuto alle forze dell’ordine.

All’arrivo dell’ambulanza

All’arrivo dell’ambulanza il 36enne si è ulteriormente alterato e si è scagliato in direzione della madre minacciando di fargliela pagare non appena gli agenti se ne fossero andati, ma è stato poi prontamente bloccato dagli stessi.

Portato negli uffici del commissariato Lido, F.P. è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato portato a Regina Coeli.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar
Informazioni su Emanuele Bompadre 12979 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.