10 giugno 1940: 80 anni fa l’Italia entra in guerra

italia



10 giugno 1940, ore 18. Sono trascorsi 80 anni da quel caldo pomeriggio estivo quando Mussolini dal balcone di piazza Venezia a Roma annunciò l’entrata in guerra dell’Italia.

Nella triste ricorrenza l’Associazione “Un ricordo per la pace” comunica un nuovo progetto di memoria sulla deportazione nei lager nazisti. In redazione un volume con le testimonianze di deportati ed Internati Militari  Italiani insigniti recentemente di Medaglia d’onore. Storie raccolte in oltre 10 anni di attività dell’associazione apriliana.

Ennio Borgia

Particolare rilievo nella pubblicazione le vicissitudini di Ennio Borgia deportato a soli 16 anni quale prigioniero politico a Dachau.  La sua storia  emersa grazie alle ricerche di  “Un ricordo per la pace” è stata divulgata nelle scuole del territorio grazie alla presenza dell’instancabile testimonial ed attraverso un documentario prodotto dall’associazione. Il video “ENNIO BORGIA 697991: UN SOPRAVVISSUTO A DACHAU” nel 2015 aveva ottenuto la concessione del logo ufficiale del 70° Anniversario della Resistenza e della Guerra di Liberazione. Borgia nato il 10 giugno 1927 a Roma e deceduto nel maggio dello scorso anno è stato cittadino apriliano dai primi anni 70 Nel giorno del tredicesimo compleanno era a Piazza Venezia ad ascoltare il discorso del Duce, non immaginando cosa gli sarebbe accaduto dopo poco più di tre anni: nel febbraio 1944 la fuga da Roma occupata dai nazisti alla volta di Torino con l’intento di ricongiungersi con il fratello maggiore che aveva aderito alla R.S.I., le rocambolesche peripezie con il gruppo di partigiani monarchici della “Brigata Davide” che culminarono con la cattura e la deportazione nel campo di Dachau.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar photo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 24765 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.