Coronavirus. La speranza arriva da un farmaco per l’artride reumatoide



Con un atto formale il Codacons chiede oggi al Ministero della salute di autorizzare in tutti gli ospedali italiani l’utilizzo del farmaco “Tocilizumab” sui soggetti affetti da polmonite severa da Covid-19.

SPERIMENTATO CON SUCCESSO IN CINA E A NAPOLI

Si tratta di un medicinale approvato nel 2010 negli Stati Uniti per l’artrite reumatoide e inserito pochi giorni fa dalla National Health Commission cinese nelle linee guida per il trattamento dei casi gravi da coronavirus, che ha avuto effetti positivi sui pazienti – spiega il Codacons – Il farmaco è stato sperimentato nei giorni scorsi anche presso l’ospedale Cotugno di Napoli su due cittadini con polmonite, e ha fatto registrare sensibili miglioramenti delle loro condizioni cliniche.

PUO’ CONTRIBUIRE A MIGLIORARE CONDIZIONI DI SALUTE DEI CONTAGIATI

In questo momento in cui si cerca di salvare vite umane, chiediamo al Ministero della salute di autorizzare l’utilizzo del farmaco in tutti gli ospedali d’Italia come trattamento dei malati in condizioni critiche, seguendo l’esempio della Cina che ha inserito il “Tocilizumab” nelle linee guida per il trattamento del virus.

 

Codacons Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.