Coronavirus: aperta inchiesta su rincari anomali



Grazie all’esposto presentato ieri dal Codacons a 104 Procure della Repubblica, Gdf e Antitrust, oggi magistratura e fiamme gialle si muovono sulle speculazioni relative ai prezzi di mascherine e gel igienizzanti, aprendo inchieste e avviando controlli.

PROCURA DI MILANO APRE INCHIESTA SU SEGNALAZIONE CODACONS E GDF AVVIA CONTROLLI SU RINCARI ANOMALI

La Procura di Milano è stata la prima che, a seguito della denuncia presentata ieri dal Codacons, ha aperto una formale inchiesta sui rincari speculativi di prodotti legati al Coronavirus – spiega l’associazione – Una indagine al momento contro ignoti per i reati di “manovre speculative su generi di prima necessità” e “frode in commercio” ai sensi degli art. 501 bis e 515 del codice penale, condotta dai pm Tiziana Siciliano ed Eugenio Fusco. Alla magistratura milanese si aggiungeranno nelle prossime ore altre Procure coinvolte nell’esposto del Codacons, e si apprende che oggi anche la Guardia di Finanza ha avviato controlli sui rincari anomali dei prezzi sulla base della denuncia depositata dall’associazione dei consumatori.

NORME CONTRO PREZZI ANOMALI GIA’ ESISTONO, GOVERNO LE APPLICHI ANCHE AL WEB E A TUTTI I PRODOTTI

“Ricordiamo che sul web i listini di gel igienizzanti hanno subito rincari fino al +650%, mentre per le mascherine gli aumenti dei prezzi raggiungono quota +1700%, realizzando una inaccettabile speculazione sulle paure degli italiani – afferma il presidente Carlo Rienzi – Quanto all’annuncio del Governo di norme contro il caro-mascherine, ricordiamo che in Italia esiste già una legge, la 231 del 2005, che combatte i prezzi “anomali” nel settore agroalimentare: basterebbe estendere tali norme a tutti i prodotti e applicare la normativa anche al web, per stroncare sul nascere ignobili speculazioni sui listini” – conclude Rienzi.

 

Codacons Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.