Car sharing, Palermo: non c’è al momento alcuna procedura d’infrazione aperta

Beautiful evening view of Palermo, Sicily. Italy



Con riferimento all’articolo pubblicato oggi sul Giornale di Sicilia dal titolo “Dragotto attacca il car sharing – Bruxelles avvia una procedura”, l’Amministrazione comunale di Palermo replica, facendo riferimento ad un ponderoso fascicolo di oltre 260 pagine trasmesso dalla UE al Comune di Palermo.

In particolare, Palazzo delle Aquile pone l’accento su un documento a firma del Capo Unità della DG Concorrenza della UE, Monique Negenman, già citata nell’articolo del GDS, dal quale si evince chiaramente che, sulla base degli elementi di cui è in possesso, la UE non è in grado di valutare l’opportunità di una eventuale applicazione delle norme sugli aiuti di Stato.

Così il sindaco

“È evidente – dichiarano il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Mobilità, Giusto Catania – che non c’è al momento alcuna “Procedura d’infrazione” aperta ma solo un ovvio approfondimento da parte della Commissione Europea. Come già avvenuto per l’Anac e per l’Autorità garante della concorrenza, siamo certi che anche in questo caso sarà riconosciuta la correttezza dell’operato del Comune per offrire ai cittadini un servizio pubblico di mobilità condivisa”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21923 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.