Banca Popolare di Bari, occorre tutelare i risparmiatori



Il Codacons nazionale scende in campo a tutela dei risparmiatori della banca Popolare di Bari coinvolti nella crisi dell’istituto di credito.

CENTINAIA DI INVESTITORI PUGLIESI, CALABRESI E ABRUZZESI CHIEDONO AIUTO AL CODACONS PER RECUPERARE SOLDI PERSI

70mila piccoli investitori tra Puglia, Calabria e Abruzzo e in generale in tutto il Meridione rischiano di perdere i propri risparmi e in molti si sono già rivolti alla nostra associazione per ottenere aiuto – spiega il Codacons – Il pericolo è che si ripeta la situazione delle banche venete, con i risparmiatori che hanno dovuto attendere anni a causa delle guerre tra i partiti politici per ottenere qualche rimborso parziale. Per tale motivo abbiamo deciso di scendere in campo, con un esposto alla Procura della Repubblica di Bari in cui si chiede di indagare sull’attività di vigilanza da parte di Bankitalia e Consob che, in qualità di organi di controllo, avrebbero dovuto intervenire a tempo debito per tutelare risparmiatori e correntisti.

ESPOSTO PER OMESSA VIGILANZA CONTRO BANKITALIA E CONSOB E AZIONE COLLETTIVA PER OTTENERE RIMBORSO DEI SOLDI PERSI

Non solo. L’associazione ha deciso di avviare una azione legale collettiva attraverso la quale tutti gli azionisti della Popolare di Bari delle varie regioni coinvolte (Puglia, Calabria e Abruzzo in testa) possono avviare l’iter per richiedere il rimborso integrale dei soldi investiti, oltre al risarcimento del danno subito qualora dovessero emergere illeciti.
A partire da domani sul sito www.codacons.it sarà disponibile la pagina per aderire all’azione risarcitoria, e nei prossimi giorni l’associazione organizzerà delle assemblee pubbliche nelle principali città del Sud Italia per spiegare ai risparmiatori coinvolti le iniziative da mettere in atto per tutelare i propri diritti.

 

Codacons Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.